commento profeta gioele

L’anziano è come la radice”. –       “Il Signore sarà un rifugio per il suo popolo, una fortezza per i figli d’Israele”. Bologna a Firenze seguendo la Via degli Dei. Non lo so. Comunità di uomini nuovi per un nuovo mondo (da Ri... Il profeta Gioele e lo Spirito che rinnoverà il mondo, Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 2.5 Italia License. La Bibbia parla oggi. Io li pianterò nella loro terra e non saranno mai più sradicati dalla terra che io ho dato loro’, dice il Signore, il tuo Dio”, “Quel giorno le montagne stilleranno mosto, il latte scorrerà dai colli, e l’acqua fluirà da tutti i ruscelli di Giuda; dalla casa del Signore sgorgherà una fonte, che irrigherà la valle di Sittim. [9] Tuttavia la tradizione della venerazione di Gioele (o Gioelle) il Pellegrino, viene tuttora osservata da una minoranza di fedeli Bahá'í in Libano il 23 maggio di ogni anno, col titolo di "festività di Gioele il pellegrino (al hajj)". Le ragioni addotte sono le seguenti: Tuttavia, lo studioso Vatke nel 1835 aveva già supposto che Gioele fosse un profeta postesilico. Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce. Nella vicinanza, è la risposta del Papa. Francesco coglie così l’occasione per sottolineare - riprendendo il Documento di Aparecida a cui da cardinale aveva tanto lavorato - che “i bambini e gli anziani costruiscono il futuro dei popoli; i bambini perché porteranno avanti la storia, gli anziani perché trasmettono l’esperienza e la saggezza della loro vita”. [8] Nel Kitáb-i-Íqán, Bahá'u'lláh afferma che le precedenti profezie di profeti minori come Gioele sono meramente simboliche e non devono essere interpretate letteralmente. [1] Egli fu uno dei profeti minori di Israele, le cui profezie sono riportate nell'omonimo libro biblico. Ma Gioele parla di schiavi o di servi? Farò prodigi su nel cielo, e segni giù sulla terra, sangue e fuoco, e vapore di fumo. At 2,17-21). Nel secondo discorso (Gle 2:19-3:21) Gioele annuncia che Dio scaccerà le locuste e renderà fertile il terreno. Il tempo delle contrddizioni. Il libro cita i greci,[2] ma non fornisce molto supporto ai biblisti nella datazione del testo, poiché si sa che i greci avevano avuto accesso al Regno di Giuda sin dal periodo miceneo. Ci sarà un giorno del Signore , un giorno estremo di intervento della giustizia del Signore, che non sarà più contro Israele, che verrà a far parte della Chiesa (Rm 11,26), ma contro tutti i … Il riferimento è chiaramente al Regno di Giuda: –       “Giuda sarà abitata per sempre, e Gerusalemme di età in età”. Paolo, citando Gioele, dirà: “Non c’è distinzione tra Giudeo e Greco, essendo egli lo stesso Signore di tutti, ricco verso tutti quelli che lo invocano. Per comprendere bene queste idee messianiche ed escatologiche occorre ricordare che, per mancanza di prospettiva, diversi episodi divisi da millenni sembrano accavallarsi e combaciarsi nell’espressione profetica. Non può esserci l’uno senza l’altro, perché l’uno è per l’altro. [3] Tuttavia, la menzione testuale della sofferenza di Giuda[4] e del Tempio esistente,[5] ha portato alcuni studiosi veterotestamentari a stabilire la data al periodo postesilico, dopo la costruzione del Secondo Tempio. Alcuni commentatori protestanti vorrebbero sparire il libro di Gioele tra due autori da cui proverrebbero i due discorsi. Francesco ama, infatti, più volte ricordare quanto ci insegna il profeta Gioele in quella che, dice, “ritengo essere la profezia dei nostri tempi: «I vostri anziani faranno sogni, i vostri giovani avranno visioni» (3,1) e … * Nel Libro a lui intitolato, il profeta Gioele annuncia un’invasione di cavallette e rivolge un appello al popolo perché si penta. Agli anziani di oggi, spaventati da un virus che spezza la vita e soffoca la speranza, Francesco chiede un surplus di coraggio. Quest’opinione non fu accolta con favore dagli altri esegeti perché sembra troppo arbitraria e contraddetta dall’intimo nesso tra i due discorsi. Il profeta Gioele riappare nella nostra liturgia sia all’inizio della Quaresima sia per il giorno di Pentecoste. La nostra intolleranza verso chi insegna l’eresia ‘una volta salvati sempre salvati’, Il commissario Bacone e il bombolone di Moebius, Una gita fuori porta per il commissario Bacone. (Questo post è stato già pubblicato sulla pagina del gruppo di condivisione biblica. Ogni profeta ha un proprio punto di osservazione e vuole raggiungere dei precisi obiettivi. Egli annuncia così l’effusione dello spirito di Dio su tutti in mezzo a segni miracolosi in cielo e sulla terra. Dall’interesse che mostra verso il Tempio e i sacrifici, si può dedurre che probabilmente Gioele apparteneva alla classe sacerdotale. Il suo nome è composto dalle due iniziali di due nomi divini: Yhvh ed Elohìm: Yoèl  (יֹואֵל) e significa “Yhvh è Dio”. Ha piena fiducia in Dio liberatore, ma esige – quale condizione indispensabile – il pentimento vero e intimo. Un fatto che riflette quanto la storia umana sia fatta di opposti... *Signore, ripulisci la tua casa! – 3:2. L’accenno che i fenici e i filistei vendono i giudei e i gerosolimitani ai “figli si Iavan” (cioè ai greci), sembra condurci (insieme ai riferimenti dei precedenti punti 3 e 4) all’epoca susseguente Esdra e Neemia ovvero al tempo della ricostruzione di Gerusalemme dopo la liberazione dei giudei. gioele, profeta gioele, libro di gioele. – 2:27. * “Tu – ha detto rivolgendosi idealmente ad ogni ragazzo – non puoi portarti tutti gli anziani addosso, ma i loro sogni sì, e questi portali avanti, portali, che ti farà bene”. Gioele è considerato un profeta minore dalla fede Bahá'í. La Chiesa cattolica lo venera come santo e lo celebrava il 13 luglio, ma nel nuovo Martirologio Romano la ricorrenza è stata spostata al 19 ottobre. Il giovane, ribadisce, “è germoglio, fogliame, ma ha bisogno della radice; altrimenti non può dare frutto. Divino). Calvinismo? Sì, per grazia. Il presente volume raccoglie i due commenti di Girolamo ai due Libri dell’Antico Testamento, nei quali, seppure in misure diverse, l’Autore ricorre al … Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 21 mag 2020 alle 08:36. Nei primi due capitoli un'invasione di cavallette devasta la Giudea. Una vicinanza che, alimentando la “cultura della speranza”, ci immunizza dal virus della divisione e della sfiducia. È molto difficile stabilire il periodo in cui Gioele profetizzò; comunque, la maggior parte degli studiosi lo considera il primo dei profeti minori, visse durante il regno di Joas (circa 800 a.C.); questa datazione viene adottata perché si ritiene che Amos (760-747) abbia usato i testi di Gioele (cfr. In tale occasione, rispondendo agli interrogativi di giovani e anziani su questioni di attualità per la Chiesa e per il mondo, Francesco ha esortato a “difendere i sogni come si difendono i figli”, annotando che “le chiusure non conoscono gli orizzonti, i sogni sì”. (Word, 1990) Prezzo, Walter K. Il profeta Gioele e il Giorno del Signore. Poche parole per iniziare un viaggio in uno dei testi profetici meno conosciuti tra quelli della Bibbia ma che hanno un grande valore e una grande importanza. In questo contesto Gioele parla della valle di Giosafat (dall'ebraico Jehôshafat, «Jahweh giudica»), parola usata per indicare il luogo ideale dove convergeranno tutte le genti. Gioele - Capitolo 2. Ad ascoltarlo, per la recita dell’Angelus, ci sono migliaia di giovani di tutto il mondo venuti in Brasile per la Giornata Mondiale della Gioventù, il primo viaggio apostolico internazionale del Papa eletto il marzo prima. Francesco ama, infatti, più volte ricordare quanto ci insegna il profeta Gioele in quella che, dice, “ritengo essere la profezia dei nostri tempi: «I vostri anziani faranno sogni, i vostri giovani avranno visioni» (3,1) e profetizzeranno”. conosciuti tra quelli della Bibbia ma che. Si è dunque considerato Gioele come un profeta cultuale, addetto al servizio del tempio. Si prelude così all’eliminazione della distinzione tra schiavi e liberi: “Non c’è né schiavo né libero […] perché voi tutti siete uno in Cristo Gesù” (Gal 3:28), “Qui non c’è […] schiavo, libero, ma Cristo è tutto e in tutti” (Col 3:11). Il profeta Gioele pensava al popolo di Israele, il suo “chiunque” è riferito alla globalità del popolo ed era una notizia sconvolgente: anche chi ha peccato e ha sopportato l’esilio, punizione che sembrava senza ritorno, e non soltanto coloro che erano rimasti o ritornati a Io vendicherò il loro sangue, quello che non ho ancora vendicato’. “Come è importante l’incontro e il dialogo tra le generazioni, soprattutto all’interno della famiglia”. (Inter-Varsity Press, 1999) Pohlig, James N. Un esegetica Sintesi di Gioele. *Domum**Dei decet sanctitudo: Sponsum eius Christum adoremus in ea* (dall’Ufficio Tuttavia, non c’è ancora l’idea che la grazia divina sarà donata a tutti i popoli anziché essere riservata ai soli giudei. Una riflessione sull'ira di Dio #recensione, Massimo Recalcati "Ogni essere umano è un libro". (Vatican Media). L'autore. articolo che lei stessa definisce goliardico se non proprio pecoreccio. Quando sono passato me lo ha fatto vedere. Le ragioni per questa cronologia sono le seguenti: Appare chiaro che Gerusalemme è stata già distrutta e il popolo disperso: –       “Ricondurrò dall’esilio quelli di Giuda e di Gerusalemme “. italiano, uno suo contributo scritto prendendo spunto da un articolo di Osea, Gioele, Amos, Abdia, Giona. Giovani e anziani, nonni e nipoti. Il Libro di Gioele (ebraico יואל, yoèl; greco Ιωήλ, ioél; latino Ioel ) è un testo contenuto nella Bibbia ebraica (Tanakh) e fa parte dell'Antico Testamento nella Bibbia cristiana. Ci sono invece frasi che Gioele può benissimo aver attinto da Amos. Il libro non menziona affatto il regno di Israele, e questo fatto, insieme a quello che tutti i riferimenti locali sono a Giuda, dimostrano che il profeta viveva nel regno meridionale. Per lungo tempo si è pensato (e tuttora si pensa da parte di alcuni) che Gioele fosse un antico profeta del 9° o dell’8° secolo a. E. V., vissuto forse sotto il regno di Ioas (798-783 a. E. V.). Gioele è considerato un profeta minore dalla fede Bahá'í. Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Io per esempio ho scoperto Parlo del profeta Gioele, il cui libro contiene onorato di averti (ri)avuto qui! Questa è la distanza da coprire per andare da La composizione del libro e alcune evidenze interne che riguardano eventi politici del suo tempo ci inducono a ritenere che visse e profetizzò nell'ultima parte del IX secolo a.C. Il libro di Gioele è composto da quattro capitoli nella versione ebraica e tre nella versione latina. Il Papa, anziano anche lui, ha affidato ai giovani una grande responsabilità. Un incontro di sguardi di pochi secondi che emoziona il Papa, sempre attento a cogliere nell’altro una scintilla che, travalicando i limiti del momento, si fa dono e messaggio per tutti. E il Signore dimorerà in Sion”, Il ricordo di nemici come Tiro, Sidone e i filistei (. Gioele, con ciò, si può definire il profeta della Pentecoste, oltre che della penitenza. (Moody, 1976) Prima, David. Il tuo contributo per una grande missione: Copyright © 2017-2020 Dicasterium pro Communicatione - Tutti i diritti riservati. Chi se non i giovani, si chiede il Papa, possono prendere i sogni degli anziani e portarli avanti? approfittato per avviare miei *CORSI DI SCRITTURA E SCENEGGIATURA. “Volgete lo sguardo dall’altra parte – esorta il Pontefice che crede nella “saggezza del tempo” – ricordate i nipoti e non smettete di sognare. La prima presenta l'invasione delle cavallette e il ritorno del popolo a Dio che, nel peccato, ha riconosciuto la causa di questa calamità; La seconda parte predice l'intervento futuro di Dio che, con il perdono, concede il dono dello Spirito santo che fa nuove tutte le cose. [9], https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Gioele_(Bibbia)&oldid=113144354, Template Webarchive - collegamenti all'Internet Archive, Voci con template Bio e nazionalità assente su Wikidata, Voci biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo, Tutte le Chiese che ammettono il culto dei santi. Nella versione ebraica la successione dei capitoli è la seguente: Il tema centrale del messaggio di Gioele è il «Giorno del Signore», sia sotto l'aspetto negativo sia sotto quello positivo. –       “Gerusalemme sarà santa, e gli stranieri non vi passeranno più”. Questo binomio diventa una delle costanti del Pontificato attraverso gesti, discorsi, udienze e “fuori programma”, in particolare nei viaggi. L’Egitto sarà desolato e Edom diventerà uno squallido deserto a causa della violenza fatta ai figli di Giuda e del sangue innocente sparso sulla loro terra. “Se i giovani sono chiamati ad aprire nuove porte – osserva il Papa nella Messa per i Consacrati, il 2 febbraio 2018 – gli anziani hanno le chiavi”, “non c’è avvenire senza questo incontro tra anziani e giovani; non c’è crescita senza radici e non c’è fioritura senza germogli nuovi. Ma sono sempre loro che insieme, e solo se insieme, possono avviare cammini e trovare spazi per un futuro migliore. Eccole: Che dire della lingua classica di Gioele? Con un’intuizione ispirata da Dio, il profeta afferma che lo spirito divino sarà diffuso anche sugli schiavi: “Anche sui servi e sulle serve, spargerò in quei giorni il mio Spirito” (Gle 2:29). Come possiamo imitare l’umiltà di Gioele quando predichiamo? Allarme nel giorno del Signore [1] Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte! Capitolo 3 E Dio afferma: “«Soltanto voi ho eletto tra tutte le stirpi della terra; perciò io vi farò scontare tutte le vostre iniquità». Secondo l'ipotesi maggiormente condivisa dagli studiosi, la redazione del libro è avvenuta nel Regno di Giuda, forse tra fine VII - inizio VI secolo a.C. Gioele significa "l'Eterno (Yahwèh) è Dio", ed era figlio di un certo Petuel; egli visse sicuramente a Gerusalemme. Del profeta Gioele, figlio di Petuel, non si sa nulla. di Cristo non può in alcun modo perdere la salvezza – è un’eresia che nel Richard Fit... Centoventuno chilometri. Da allora la maggioranza degli studiosi ha aderito alla data del periodo persiano, ammessa come possibile o probabile dagli stessi cattolici. Ne parla invece positivamente quando presenta la reintegrazione per i giusti, quando Dio invierà a tutti i membri del suo popolo il dono dello Spirito. Secondo un'antica tradizione, Gioele si dice sia seppellito a Gush Halav (Jish). È citato solo una volta nella Bibbia, nell'introduzione al suo breve testo, come figlio di Petuel (Gioele 1:1). tentazione è q... Massimo Recalcati Gioele è un credente con vedute larghe e profonde. Nello specific... Ci sono nella Bibbia pagine ruvide, pagine emarginate. ho continuato a scrivere e a parlare di medicina, ingegneria e della mia ovviamente, ... Marco Tosatti Dear friends and enemies of Stilum Curiae, we received this Cari amici di Duc in altum, Peter Mitchell mi ha inviato, in inglese e

Affitto Bungalow Liguria Annuale, Messa In Latino Fino A Quando, 5 Per Mille Emergency, Menu Pizzeria Brandi, Festeggiamenti Presa Della Bastiglia, Verifiche Finali Religione Scuola Primaria,