cosa sono i vangeli

background:#dd2f0b; 100% { color: #dd2f0b; Per renderci conto che Gesù è un background-color: rgb(255, 255, 255); La personalità dei rispettivi redattori traspare quasi quanto l’obiettivo che questi si sono prefissati, nonostante il tentativo di riferire quanto più fedelmente possibile il frutto dei loro ricordi o della loro ricerca. Vi sono fedeli dell’Opus Dei che vivono il celibato? “Apocrifo” inizialmente significò “segreto” in quanto erano scritti che si dirigevano a un gruppo speciale di iniziati ed erano conservati in questo gruppo; poi assunse il significato di inautentico o perfino eretico. var unlike_text ="Non mi piace questo post"; Quale padre tra voi, se il figlio. Tutte queste differenze sono dovute al fatto che gli evangelisti non si sono preoccupati di trasmettere l’esattezza di eventi storici, ma la verità di fede in essi contenuta. In effetti, nel Vangelo di Marco si trovano alcuni episodi di cui soltanto Pietro poteva essere a conoscenza. Cosa sono i Vangeli? L'approccio a un testo è sempre in rapporto al suo genere letterario. La verità è una, le maniere per formularla sono differenti, come fanno Matteo e Luca che aprono i loro vangeli con una stessa verità presentata attraverso situazioni e personaggi differenti. bellissima Basilica che si trova nella meravigliosa città lagunare che è Mappe Tematiche Per esempio, si serve di alcuni numeri, sia simbolici che letterali. tratto da La Bibbia per tutti for Dummies, Molte frasi famose o di uso abituale derivano dalla Bibbia - Da M a Z, Molte frasi famose o di uso abituale derivano dalla Bibbia - Da A a L, Un approfondimento sulla seconda parte delle lettere del Nuovo Testamento. In occasione del processo in cui sarà condannato alla crocifissione, Gesù compare davanti a Ponzio Pilato: “Pilato disse: ‘Dunque tu sei re?’. color:#e6765f; Naturalmente, tutti i racconti della vita di Gesù sono diventati altrettanti annunci della buona notizia e i loro autori sono stati chiamati evangelisti (latori di buone notizie). .form_reply_comment input[type="submit"], inviata dal governatore Plinio il Giovane all'imperatore Traiano, dove Che i quattro godettero della garanzia apostolica si riflette nel fatto che furono ricevuti e trasmessi come scritti dagli stessi apostoli o da loro discepoli: Marco da San Pietro, Luca da San Paolo. Per questo oggi non sono più possibili quelle operazioni volte a presentare un vangelo unificato contenente una vita di Gesù. Il Vangelo di Luca (1150 versetti) e quello di Marco ne hanno in comune 350. }. #form_blog button[type='submit']:hover Molti esperti incontrano qui una certa difficoltà, poiché le parti finali del testo sono assenti dai manoscritti più antichi. Dal punto di vista storico non si ha la certezza di un solo gesto come realmente compiuto da Gesù o di una sola parola trasmessa come storicamente Gesù l’ha pronunciata. Subì il martirio. Secondo la tradizione, Marco sarebbe stato vicino a Pietro e gran parte delle informazioni utili per il suo Vangelo gli sono state fornite proprio da lui. } Un conto è l'atteggiamento con il quale si legge una poesia e altro il verbale di una multa. Immaginando un'intervista a gente cristiana di media formazione potremmo raccogliere varie risposte, giuste solo in parte: * i vangeli sono la buona notizia portata da Gesù, il suo messaggio, il suo insegnamento, * sono il racconto di ciò che Gesù ha fatto, dei suoi miracoli, della sua passione e risurrezione, in breve: la sua vita. Gli diceva infatti: “Esci, spirito impuro, da quest’uomo!”. E Paolo nella 1 Lettera ai Corinzi ne dà una versione ancora differente (1 Cor 11,23-25). personaggio veramente esistito, storicamente vissuto, bisogna consultare .ybc-block-comment-reply:hover, Questo è il motivo per cui lo stile del Vangelo di Marco tradisce una certa urgenza. #form_blog a.ybc_button_backtolist:hover{ Nella, sinagoga, gli occhi di tutti erano fissi su di lui. Per questo io sono nato e per questo sono venuto nel mondo: per dare testimonianza alla verità. scritti di Giuseppe Flavio, uno storico ebreo che, narrando la storia dà la propria vita per le pecore… Io sono il buon pastore, conosco, le mie pecore e le mie pecore conoscono me, così come il Padre, conosce me e io conosco il Padre, e do la mia vita per le pecore”, chi crede in me, anche se muore, vivrà; chiunque vive e crede. Possono far parte dell’Opus Dei i sacerdoti secolari? mio è l’agricoltore… Io sono la vite, voi i tralci. Divergenze che riguardano sia gli aspetti più insignificanti quali il nome del nonno di Gesù che in Matteo è Giacobbe (Mt 1,16), ma in Luca è Eli (Lc 3,23) sia ai momenti più significativi della vita e dell’insegnamento di Gesù. Bibbia on-line E ci sono molte donne, quasi sempre in ruoli di primo piano – caratteristica inusuale per epoca e geografia –, che accompagnano soprattutto nell’età adulta il predicatore mandato a morte. al suo genere letterario. simboleggia la forza ed il coraggio. gli apocrifi della infanzia di Gesù), sia per mettere sotto il nome di qualche apostolo insegnamenti divergenti da quelli comuni nella Chiesa (per es. Inoltre, iniziavano a circolare diversi testi più o meno seri e accreditati sull’insegnamento di Gesù. La Città del Sole – "L'eroico ingegno si contenta piuttosto di cascar o mancar degnamente e nell'alte imprese, dove mostra la dignità del suo ingegno, che riuscir a perfezione in cose men nobili e basse". color: #dd2f0b; Sono domande che si fecero allora e si sono continuate a fare lungo i secoli. Fin dall’inizio se ne riconobbero quattro e solo quattro: Matteo, Marco, Luca e Giovanni. Luca non è ebreo e dal suo Vangelo traspare il retaggio della cultura greca. Un conto è l’atteggiamento con il quale si legge una poesia e altro il verbale di una multa. } Matteo presenta Gesù come il Cristo, l’Unto del Signore. Naturalmente, anche gli altri Vangeli parlano della preghiera, ma Luca si sofferma più a lungo su questa dimensione. Letteratura Sapienziale È facile trovare questi simboli in rappresentazioni pittoriche, sui fregi, sui bassorilievi o sulle vetrate istoriate di molte chiese cattoliche. vangelo di Tommaso). Queste lettere erano destinate ai primi cristiani e, in particolare, a quelli che vivevano fuori da Israele. Landscape Esci da lui!”. Il Vangelo di Giovanni, invece, è assai differente dagli altri tre, sia per lo stile sia per la profondità teologica e filosofica. Allora cominciò a dire. Secondo Luca, in quelle parole è annunciata tutta la missione di Gesù. .ybc-blog-post-footer .read_more:hover, Qui i primi cristiani riversarono tutto il loro ingenuo bisogno di conoscere del proprio Salvatore e Maestro quanto i quattro Vangeli canonici non dissero. Un conto è l'atteggiamento con il quale si legge una poesia e altro il verbale di una multa. Dalle dieci piaghe d'Egitto ai dieci miracoli di Gesù, Lezione ai discepoli con Maria Santissima nell'orto della casa di Nazareth, L'unico distintivo dei cristiani (Gv 15,12). .blog-managament-information button[type="submit"]:hover, Infatti, i Dodici non vengono sempre indicati con gli stessi nomi. Egli scrive per tutti e, in particolare per i “gentili” (ossia i non Ebrei). Vi è qui, dunque, un percorso dinamico chiaro e deliberato, iniziato nel villaggio natale di Davide (Betlemme) e giunto fino a Gerusalemme, la Città della pace. Vi proponiamo qui di seguito due versioni delle Beatitudini secondo il Vangelo di Matteo. conoscenza più completa della vita e missione di Gesù, anche se, come Costui aveva la sua dimora fra le tombe e nessuno riusciva a tenerlo legato, neanche con catene, perché più volte era stato legato con ceppi e catene, ma aveva spezzato le catene e spaccato i ceppi, e nessuno riusciva più a domarlo. Chi riceve Gesù come il Figlio di Dio diviene un discepolo, nel senso più ampio. L’evangelista è, infatti, l’unico a concludere la parabola dei vignaioli con un’attualizzazione di Gesù. Nel Vangelo di Marco sono elencati 19 miracoli: 8 miracoli di guarigione (il potere di Gesù sulla malattia). .ybc-blog-comment-info .post-author .ybc_title_block:hover, Puoi annullare l'iscrizione in ogni momento. Il Vangelo al tempo di Gesù Ogni evangelista ha scritto tenendo Più tardi, l’apostolo Paolo definirà “vangelo” la propria predicazione, poiché essa viene da Dio. } Il genere letterario "Vangelo" Il primo ad apparire fu Marco o forse una edizione di Matteo in ebraico o aramaico più breve dell’attuale; gli altri tre imitarono questo genere letterario. Gli apostoli, compiendo ìl mandato del Signore, iniziarono subito a predicare la buona notizia (o vangelo) su di Lui e della salvezza che porta a tutti gli uomini, e si formarono comunità di cristiani in Palestina e fuori di essa (Antiochia, città dell’Asia minore, Roma, ecc.). Lettere Paoline Talvolta sono stati fatti dei parallelismi fra gli evangelisti e i profeti dell’Antico Testamento: Isaia e Matteo; Daniele e Marco; Geremia e Luca; Ezechiele e Giovanni. il nostro capoluogo di provincia. Luca Vengono chiamati così perché se si mette il testo dei tre vangeli su tre colonne parallele, in uno sguardo d'insieme (sinossi) si notano facilmente molte somiglianze nella narrazione, nella disposizione degli episodi evangelici, a volte anche nei singoli brani, con frasi uguali o con leggere differenze. Tra il 41 e il 98, Matteo, Marco, Luca e Giovanni misero per iscritto la “storia di Gesù Cristo”. .blog_view_all_button a:hover, Da una parte scoprirete la forza del messaggio, dall’altra potrete leggere il medesimo contenuto in una traduzione molto efficace. Come gli altri, anche lui riferisce l’arrivo di molti soldati, la reazione di Pietro (che leva la spada per difendere il Maestro) e la passività di Gesù (che si lascia prendere senza opporre resistenza). .form_reply input.btn.btn-primary.btn-default[name="addReplyComment"] + .btn.btn-default:hover, I vangeli apocrifi sono quelli che la Chiesa non accettò come autentica tradizione apostolica, sebbene normalmente essi stessi si presentavano sotto il nome di qualche apostolo. L’autore del Vangelo secondo Marcosarebbe stato secondo, gli studiosi, Giovanni-Marco, compagno di predicazione di Pietro. Matteo lascia intendere che gli Ebrei che non accettano Gesù come il Messia si vedranno privati della piena rivelazione di Dio. Così si spiega il tono di questo Vangelo. Dopo il primo secolo del Cristianesimo, si svilupparono due divisioni principali: i cristiani ortodossi e gli gnostici. Molti di questi sono diventati noti inni cristiani e sono stati musicati da diversi illustri compositori. .ybc-blog-form-comment .blog-submit .button, background-color: #e6765f; All’inizio del suo Vangelo, Luca narra un episodio accaduto presso la sinagoga di Nazaret, la città dove visse Gesù. Il buon pastore dà la propria vita per le pecore… Io sono il buon pastore, conosco le mie pecore e le mie pecore conoscono me, così come il Padre conosce me e io conosco il Padre, e do la mia vita per le pecore” (10:11, 14). Continuamente, notte e giorno, fra le tombe e sui monti, gridava e si percuoteva con pietre. Inizialmente gli stessi apostoli .blog-managament-information .help-block a:hover, Io sono la vite vera: “Io sono la vite vera e il Padre mio è l’agricoltore… Io sono la vite, voi i tralci. 0% { Giovanni inizia il suo Vangelo con l'origine divina di Questo insegnamento, riportato solamente da Matteo, è assai interessante, soprattutto nella sua conclusione, visto che lo stesso Matteo era un esattore delle imposte, dunque un pubblicano! Vuole dimostrare più degli altri tre che questo Gesù è l’adempimento di tutte le Scritture dell’Antico Testamento. Così. Ammonio di Alessandria e, in seguito, Eusebio di Cesarea hanno invece tentato una sinossi. .ybc-blog-tag-a:hover, Chi legge un giornale sportivo non s'aspetta di ritrovarci lo stile di un romanzo d'amore. Le parole dell’Angelo a Maria sono così diventate l’Ave Maria; la risposta di Maria il Magnificat; il cantico di Zaccaria (padre di Giovanni il Battista) il Benedictus; il canto degli angeli per la nascita di Gesù il Gloria in Excelsis; il cantico del vecchio Simeone in occasione della presentazione di Gesù al Tempio il Nunc Dimittis…. Ed ecco, nella loro sinagoga vi era un uomo posseduto da uno spirito impuro e cominciò a gridare, dicendo: “Che vuoi da noi, Gesù Nazareno? Quest’affermazione introduce dunque la prospettiva di un popolo nuovo; e Matteo è anche l’unico evangelista che parli di una Chiesa destinata a raccogliere il testimone dell’ebraismo. L'episodio dell'“ultima cena” di Gesù viene riportato da tre evangelisti (Mt, Mc, Lc) che divergono sia sulle parole pronunziate da Gesù sul pane e sul vino sia sui gesti che le hanno accompagnate. Grandi differenze tra un vangelo e l’altro che impediscono di conoscere con esattezza quanto Gesù ha storicamente detto e fatto anche in quegli aspetti considerati estremamente importanti nella tradizione cristiana. Le origini e la diffusione in Italia della Bibbia nel tempo. Per conoscere nella sua interezza questo messaggio la Chiesa ha avuto bisogno di ben quattro vangeli, l’uno differente dall’altro, in quanto ognuno riflette la diversa esperienza di comunità che si rifanno all’unico insegnamento di Gesù. I vangeli non sono la cronaca di quanto avvenuto in Palestina duemila anni fa, ma la profonda riflessione teologica delle comunità che hanno accolto e praticato il suo messaggio. Anche Svetonio, un altro autore romano, Come Matteo, anche Luca si ispira al Vangelo di Marco, dal quale “prende in prestito” 400 versetti (200 da quello di Matteo), ma contiene anche particolari originali (500 versetti su 1150), specialmente i racconti dell’infanzia di Gesù e diverse parabole. Quella... La fede cristiana si basa in gran parte sulla Bibbia che è ispirata da Dio. Marco I vangeli non vanno letti come la storia di quel che Gesù ha detto e fatto in quanto gli evangelisti non intendono trasmettere gli episodi storici della sua vita e del suo insegnamento. La verità è una, le maniere per formularla sono differenti, come fanno Matteo e Luca che aprono i loro vangeli con una stessa verità presentata attraverso situazioni e personaggi differenti. Inoltre, mostra la potenza di Cristo senza trascurare la sua dimensione umana, e a tale scopo fornisce diversi dettagli sui sentimenti di Gesù (la sua tristezza, il suo turbamento, la sua delusione) o sui suoi limiti (la fatica fisica). gli uomini. #form_blog .btn.edit_view_post:hover, Il leone L’approccio a un testo è sempre in rapporto al suo genere letterario. L’evangelista si prende talvolta la briga di spiegare qualche gesto o parola appartenente alla cultura ebraica, per esempio, raccontando l’episodio in cui Gesù risuscita una bambina morta e specificando che Gesù, avvicinatosi a lei, le disse “Talità kum”, che significa, “Fanciulla, io ti dico: alzati!” (5:41). La verità che vogliono trasmettere è l’amore di Dio è universale e che quegli individui emarginati dalla religione e ritenuti lontani da Dio in realtà sono i primi a percepirne la presenza in mezzo all'umanità. Infatti aveva guarito molti, cosicché quanti avevano qualche male si gettavano su di lui per toccarlo. .form-polls-body button, background-color: #e6765f; Risposta: I vangeli gnostici sono stati scritti dagli antichi "cristiani" gnostici. È però un collaboratore dell’apostolo Paolo, nonché suo medico personale. background-color: #e6765f; Parlando di sé, si presenta con l’espressione “il discepolo che Gesù amava”, colui che, chinatosi sul petto del suo Maestro gli aveva domandato: “Signore, chi è che ti tradisce?” (13:25). I Vangeli presentano una serie di personaggi, di varia funzione, spesso irrigiditi dalle simbologie cresciute nei secoli trascorsi dopo la loro stesura. Aderire al messaggio di Gesù, infatti, non significa rinunciare alla fede e alla tradizione del popolo ebraico ma, al contrario, permette di aprire gli occhi sulla realizzazione delle antiche profezie e vedere con occhi nuovi la legge dell’amore di Dio, che supera l’appartenenza a un popolo specifico. .ybc-blog-like-span:hover, La data più plausibile per la redazione di questo Vangelo è compresa tra il 60 e il 68 d.C., un periodo di tensioni per la Chiesa primitiva. Cioè persone che non avevano nessun interesse a parlare di lui. Se poi non ascolterà costoro, dillo alla comunità; e se non ascolterà neanche la comunità, sia per te come il pagano e il pubblicano. Visto Gesù da lontano, accorse, gli si gettò ai piedi e, urlando a gran voce, disse: “Che vuoi da me, Gesù, Figlio del Dio altissimo? Ecco perché, nella genealogia di Gesù proposta all’inizio del suo Vangelo, Matteo cita i nomi di alcuni stranieri, comprese le donne. var baseAdminDir ='//'; Sceso dalla barca, subito dai sepolcri gli venne incontro un uomo posseduto da uno spirito impuro. Non sai che ho il potere di metterti in libertà e il potere di metterti in croce?’ Gli rispose Gesù: ‘Tu non avresti alcun potere su di me, se ciò non ti fosse dato dall’alto’” (19:10-11). .add_new_post_blog a:hover, il canone prima di essere una oodiosa tassa alla tv di stato è l’elenco di qualcosa , nella fattispecie delle fonti bibliche riconosciute come autentiche. Ogni evangelista cerca di proporre un ritratto di Gesù da un’angolazione differente e particolare. dall'imperatore Claudio. .blog-main-page a:hover, Al contrario di Matteo, Marco e Giovanni, non è neanche un discepolo della prima ora e non fa parte dei Dodici. Tutte queste differenze sono dovute al fatto che gli evangelisti non si sono preoccupati di trasmettere l'esattezza di eventi storici - pur avendo una base storica certissima e comprovata dall'esperienza apostolica - ma la verità di fede in essi contenuta. Chi legge un giornale sportivo non s’aspetta di ritrovarci lo stile di un romanzo d’amore. Ma egli, lasciato cadere il lenzuolo, fuggì via nudo (Marco14:50-52). Gesù sia nel mondo giudaico che nel mondo romano. Nel Nuovo Testamento l’angelo Gabriele predice a Zaccaria la futura nascita di Giovanni (il Battista) e l’avvento del Messia, precisando che è quest’ultimo “il lieto annuncio”, il Vangelo. @-ms-keyframes bounce_squaresWaveG { Origene di Alessandria (+245) scriveva: “La Chiesa ha quattro vangeli, gli eretici, moltissimi”. Grandi differenze tra un vangelo e l'altro che impediscono di conoscere con esattezza quanto Gesù ha storicamente detto e fatto anche in quegli aspetti considerati estremamente importanti nella tradizione cristiana. I Vangeli Cosa sono i Vangeli? ricorda che i cristiani furono cacciati da Roma assieme agli Ebrei Io so chi tu sei: il santo di Dio!”. Così avviene con la discussione con Nicodemo, un dottore della legge che vorrebbe capire chi è Gesù. dall’interno gli risponde: ‘Non m’importunare, la porta è già chiusa. È a motivo dello speciale ruolo che questa tribù non ha preso parte alla spartizione del paese di Canaan. Quelli extracanonici sono più numerosi. background-color: rgb(255, 255, 255); Molte delle parabole di Gesù si trovano soltanto negli scritti di Matteo. Ciò significa che ogni Vangelo ha ancora dei contenuti originali rispetto a tutti gli altri. l'annuncio della Salvezza portata da Gesù morto e risorto. Gesù interagisce con diverse persone e Giovanni riporta il contenuto di questi dialoghi. Incominciarono a circolare molto presto, giacché li si cita già nella seconda metà del secondo secolo; però non godevano della garanzia apostolica come i quattro riconosciuti e, inoltre, molti di questi contenevano dottrine che non erano in accordo con gli insegnamenti apostolici. .form_reply_comment input[type="submit"]{ Perché chiunque chiede riceve e chi cerca, trova e a chi bussa sarà aperto. L’evangelista dimostra così che l’Unto di Dio non proviene da una stirpe israelitica pura, ma dall’umanità ordinaria. opacity:0.6; .blog_view_all_button a, .blog_view_all:hover, .view_all_link:hover, Quelli che aprono il Nuovo Testamento, i Vangeli, Gli studiosi infatti concordano sul fatto che, Questi gruppi non si definiscono ancora “, Nelle sue lettere, Paolo dà consigli, spiega la fede e rivela ciò che sa riguardo a Gesù, costruisce una logica attorno al messaggio del Cristo: è l’inizio della dottrina; tuttavia, Già nell’Antico Testamento, le profezie di, Nel Nuovo Testamento l’angelo Gabriele predice a Zaccaria la futura nascita di Giovanni (il Battista) e l’avvento del Messia, precisando che è quest’ultimo “, Naturalmente, tutti i racconti della vita di Gesù sono diventati altrettanti annunci della buona notizia e i loro autori sono stati chiamati, I Vangeli di Matteo, Marco e Luca sono talvolta detti, Il Vangelo di Luca (1150 versetti) e quello di Marco ne hanno in comune. Dopo il primo secolo del Cristianesimo, si svilupparono due divisioni principali: i cristiani ortodossi e gli gnostici. Nel resto del testo, l’evangelista continuerà a mostrare questo amore per i più piccoli, per i poveri e gli esclusi. avvenimento lieto come la nascita di un figlio o una vittoria militare. Sempre. Fin dalle prime battute l’ombra della croce si staglia sul Vangelo di Marco, che è disseminato di indizi dai quali si evince il destino di Gesù (già al capitolo 2 egli annuncia la propria improvvisa e violenta dipartita). Chi legge un giornale sportivo non s’aspetta di ritrovarci lo stile di un romanzo d’amore. #form_blog button[type="submit"], infatti perseguitarono i profeti che furono prima di voi”. Così, egli cita alcune preghiere di Gesù che non troviamo da nessun’altra parte: quella in occasione del proprio battesimo; l’accorata supplica al Padre che precede l’arresto nel giardino di Getsemani; Ecco un estratto del Vangelo di Luca in cui ritroviamo sia un Gesù che prega sia un Gesù che insegna a pregare (un abbozzo del “Padre nostro”), seguito da una parabola originale e unica (l’uomo che viene disturbato da un amico durante la notte) e da un paragone esemplare. Inoltre, il racconto di Luca si apre con la presentazione di Gesù al Tempio, per concludersi con l’incontro di Gesù risorto e dei suoi discepoli a Gerusalemme. Sono una delle testimonianze più vive del cristianesimo primitivo. L’eterno riposo e l’eterno lavoro d’amore, Un nuovo libro sul beato Álvaro del Portillo e la sua intercessione, Romana, Bollettino della Prelatura dell'Opus Dei. Chiunque è dalla verità ascolta la mia voce’” (18:37). Man mano che passò il tempo, il numero di questi apocrifi si accrebbe sia per dare dettagli della vita di Gesù che non erano menzionati nei vangeli canonici (per es. Pur senza essere indicato come discepolo, A seconda del Vangelo che si legge, l’elenco dei, Pietro decide che il posto di Giuda Iscariota (l’apostolo che ha tradito Gesù e che, pentitosi, si uccide) sia preso da un altro. Quindi Matteo redige il proprio Vangelo come un “manuale del perfetto discepolo”. Parlando con una Samaritana, Gesù annuncia: “Ma viene l’ora – ed è questa – in cui i veri adoratori adoreranno il Padre in spirito e verità: così infatti il Padre vuole che siano quelli che l’adorano” (4:23). per tramandare i suoi insegnamenti, preferì usare le parole e i fatti. La preghiera del “Padre nostro” ha 7 suppliche. loro: “Oggi si è compiuta questa Scrittura che voi avete ascoltato. Il Pentateuco } Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete, A questo proposito, non possiamo non pensare al passo dell’Esodo in cui, presentandosi a Mosè, Dio dichiara: “, “Quando avrete innalzato il Figlio dell’uomo, allora conoscerete, La Bibbia attraverso la pittura, il teatro e la letteratura, La Bibbia e le lettere ai Romani, Corinzi, Galati, Efesini, Filippesi, Colossesi e Tessalonicesi, La Bibbia e le lettere a Timoteo, Tito, Filemone, Ebrei, Giacomo, Pietro, Giovanni e Giuda, La Bibbia attraverso la musica e il cinema, La Bibbia: espressioni e modi di dire.

Pro Loco San Pietro In Bevagna, Oasi Sant'alessio Groupon, Fu Re Di Israele, Matrimonio A Parigi Gratis, Calendario 2019 Febbraio, Non Mi Basta Più - Baby K, Pensione Di Vecchiaia Con 5 Anni Di Contribuzione, Carlo Alberto Macelleria, Meteo Oggi Santi Cosma E Damiano, Padre Di Giulia Salemi, Autobus Per San Luca, Bologna,