mt 10 26 33 commento

Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 10,26-33) In quel tempo, Gesù disse ai suoi apostoli: «Non abbiate paura degli uomini, poiché nulla vi è di nascosto che non sarà svelato né di segreto che non sarà conosciuto. Era stata profanata con dei sacrifici di bambini e la si considerava un luogo immondo. Commento al Vangelo del giorno – Mt 10, 26-33 A cura dei Monaci Benedettini Non temete, non abbiate paura. Qumran2.net, dal 1998 al servizio della pastorale, XII Domenica del Tempo Ordinario (Anno A). E' l'invito che Ges ci fa questa settimana per ben tre volte nel Vangelo di Matteo. 32Perciò chiunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anch’io lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli; «L’importanza della cristologia per Matteo è chiaramente evidente in queste frasi. 29Due passeri non si vendono forse per un soldo? - "Non v'è nulla di nascosto che non debba essere svelato...". All'uomo abituato a convivere con la paura, a trascinarsi prigioniero della paura, Dio offre la grande assicurazione che, quando c'è Lui e l'uomo accetta la sua compagnia, la paura non ha più ragion d'essere e viene superata. Ma tutti gli uomini devono esserne partecipi. 28E non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l’anima; abbiate paura piuttosto di colui che ha il potere di far perire nella Geènna e l’anima e il corpo. Parole Nuove - Commenti al Vangelo e alla LiturgiaCommenti al Vangelo Commento al Vangelo Mt 10,26-33 Non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo. Ecco perché Gesù dice che se il prezzo da pagare per il Vangelo è a volte quello della vita, questa non viene mai tolta, ma, anzi, è data davvero: chi uccide il corpo non ha mai il potere di togliere anche l’anima. 30Perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati. Gesù riprende, con insistenza, questa esortazione divina. Vangelo Mt 10,26-33: Non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo. In questo brano risuona soprattutto l'esortazione a non temere le persecuzioni perché la parola di Dio non può rimanere nascosta e Gesù non può essere rinnegato. Il legame con Gesù sofferente può provocare angustia e timore nel discepolo. 26 “Therefore do not be afraid of them. Due articoli dalla rassegna stampa biblica, Un nuovo libro sul Padre nostro – Matteo Crimella, Edizioni San Paolo, Il numero della rivista dell’Associazione Biblica Italiana: Parole di Vita (Gennaio – Febbraio 2020), Torino, giovedì 19 marzo: presentazione de La Bibbia dell’Amicizia: evento annullato, Roma. Gesù non ci illude. In questo luogo si buttavano i rifiuti e insieme ad essi si bruciavano i cadaveri immondi.Per questo motivo è diventata poi il simbolo del castigo degli empi e anche nell'immaginario cristiano si è tramutata nel fuoco dell'inferno. Cioè il Padre è al corrente della morte dell'uccellino e non la impedisce, perché questa rientra nel suo disegno d'amore. È il secondo lungo discorso del Vangelo di Matteo: inizia con la chiamata e l’invio dei dodici e si conclude con quella formula tipica che in Matteo troviamo sempre a conclusione di ogni discorso di Gesù: «Quando Gesù ebbe terminato di…» (Mt 11,1). Quando hai bisogno, Qumran ti dà una mano, sempre. Ilvo Corniglia è uno dei tuoi autori preferiti di commenti al Vangelo?Entrando in Qumran nella nuova modalità di accesso, potrai ritrovare più velocemente i suoi commenti e quelli degli altri tuoi autori preferiti! "Che cosa hai rischiato tu per la tua fede?" Venite, è pronto. 33chi invece mi rinnegherà davanti agli uomini, anch’io lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli». Un messaggio che appare in piena luce nella prima lettura. Mc 12, 38-44 Questa vedova, così povera …, Commento di don Fabio Rosini al Vangelo della XXXI d.t.o. L'annuncio si compie con la testimonianza della vita e con la parola: "La vostra vita grida più forte delle vostre parole" ( madre Teresa di Calcutta). Due passeri non si vendono forse per un soldo? Gesù stesso è al centro del messaggio del Regno dei Cieli, quello che gli apostoli devono annunciare come ormai “vicino” (cf. 29Due passeri non si vendono forse per un soldo? Ma vuole aprire loro gli occhi: dove stanno il vero bene e il vero male? Ecco dunque l'appello finale: chi riconoscerà Gesù anche nella persecuzione, sarà salvato; sarà il Signore stesso a riconoscerlo davanti al Padre. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all\u2019uso dei cookie. Quello che io vi dico nelle tenebre voi ditelo nella luce, e quello che ascoltate all’orecchio voi annunciatelo dalle terrazze. Avvertimi via email in caso di risposte al mio commento. Nel brano che precede immediatamente il nostro (vv 16-25) ha annunciato apertamente le persecuzioni che si accaniranno contro i discepoli inviati in missione. Ecco che cosa gli sta veramente a cuore: che i suoi non cedano alla paura lasciandosi ridurre al silenzio e diventando infedeli alla missione. TESTO Commento su Matteo 10,26-33 Agenzia SIR . TESTO Commento su Mt 10,26-33 Monastero Domenicano Matris Domini . UN HUB PER CONOSCERE E DIFFONDERE LA BIBBIA – "La parte buona che non le sarà tolta". Gesù è sia l’oggetto dell’annuncio missionario, e anche l’unico mediatore presso il Padre. (Card. Vangelo della scorsa domenica). Ora Qumran ha bisogno di te. Quanto essi hanno ascoltato, appreso e vissuto nel rapporto con Lui è un'esperienza così ricca, è un dono così vertiginoso che non può rimanere dentro la loro cerchia, a loro uso e consumo. Il messaggio di Gesù deve raggiungere tutti. Avvertimi via email alla pubblicazione di un nuovo articolo. Quando hai bisogno, Qumran ti dà una mano, sempre. Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Gesù non promette ai discepoli che saranno loro risparmiati i mali che temono. Commento al Vangelo del 10 Novembre 2020 | Lc 17,7-10. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. La rivelazione su Dio Padre - che attraverso il proprio Figlio chiama tutti a essere felici della sua stessa felicità - Egli la offriva alle folle, ma poi la "sbriciolava" e spiegava in tutti i suoi aspetti ai propri discepoli in un prolungato cammino educativo. Vuoi ricevere nella tua email i commenti di Agenzia SIR? Egli di solito ragiona con categorie ebraiche, in cui tale distinzione non esiste, essendo l'anima la ‘vità. Il Vangelo di Giovanni ci spiega bene l’opera di Gesù, quando riporta la sua risposta al sommo sacerdote che lo interroga nel Sinedrio: «Io ho parlato al mondo apertamente; ho sempre insegnato nella sinagoga e nel tempio, dove tutti i Giudei si riuniscono, e non ho mai detto nulla di nascosto» (Gv 18,20). La relazione con quel Dio del Regno che viene annunciato è possibile solo attraverso Gesù, scrive Matteo: rigettarlo, significa essere rigettati da Dio. Per questo li incoraggia: tre volte in un testo pur così breve troviamo l'imperativo "Non temete". Semplicissimo!Clicca su questo indirizzo email per mandare un'email vuota; riceverai un'altra email da Yahoogroups con un link da cliccare per confermare la tua iscrizione:pn-agensir-subscribe@yahoogroups.com, Qumran2.net, dal 1998 al servizio della pastorale, XII Domenica del Tempo Ordinario (Anno A). Commento su Mt 10,26-33 Collocazione del brano Terminato il periodo pasquale e le grandi solennità del Signore, riprendiamo il cammino del tempo ordinario. Newman). Andategli incontro! - Clicca qui per sapere il perché. Guai a noi se ritenessimo che le parole del Vangelo sono qualcosa di esoterico, un messaggio riservato a pochi iniziati che soli possono comprenderle e viverle: come Gesù ha parlato apertamente, anche la Chiesa ha il dovere di non tacere. Quanto più - conclude Gesù - il "Padre vostro" avrà sollecitudine di voi. 21 giugno 2020XII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A). Nel vangelo … Testimoniamo così che il valore più alto non è la vita terrena e ogni forma di benessere o di successo, da ricercare o conservare a ogni costo. Eppure nemmeno uno di essi cadrà a terra senza il volere del Padre vostro. Mt 10,26-33 Non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo. Ecco allora l'appello: "Quello che io vi dico nelle tenebre voi ditelo nella luce, e quello che ascoltate all'orecchio predicatelo sui tetti". Commento di don Fabio Rosini al Vangelo Mt 15, 21-28 Donna, grande è la tua fede! È strano che nel nostro versetto 10,28 («Non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l’anima») non si chiarisca con precisione chi sono “quelli” che cercano di uccidere il corpo; anche prima, in 10,17, si parlava genericamente di “uomini” che consegneranno i discepoli di Gesù nei tribunali, e in 10,19 e in 10,23, ancora, il soggetto della persecuzione non è espresso chiaramente. Qumran2.net, dal 1998 al servizio della pastorale, XII Domenica del Tempo Ordinario (Anno A). AUTORI E ISCRIZIONE - RICERCA. In quel tempo, Gesù disse ai suoi apostoli: «26Non abbiate paura degli uomini, poiché nulla vi è di nascosto che non sarà svelato né di segreto che non sarà conosciuto. Ma mostriamo in modo credibile che il valore più alto è il nostro legame con Dio e con la sua volontà, e per esso sappiamo impegnare coraggiosamente la nostra esistenza in ogni sua espressione. Il vero bene è la vita eterna con Dio, il vero male è essere privati di Dio. 30Perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati.Questo versetto interrompe il discorso sui passeri, che continua nel versetto seguente, ma ribadisce il principio della cura di Dio nei confronti degli esseri umani. ", Luca (il libro letto nell’anno 2018-2019), Commento al vangelo della XXXIII domenica del Tempo Ordinario (Mt 25,14-30), a cura di Giulio Michelini ofm, Una nuova collana, tra Bibbia e arte. Si può allora vedere, in queste parole, anche la persona stessa di Gesù, e anche il modo in cui Egli si è inteso come Messia. Ogni giorno, però, noi possiamo dare alla nostra vita la dimensione del "martirio", quando - sapendo morire a noi stessi - compiamo ogni gesto nella radicalità dell'amore a Dio e al prossimo. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Commento di don Fabio Rosini al Vangelo Mt 5,1-12a Rallegratevi ed esultate, perché grande è la …, Commento di don Fabio Rosini al Vangelo Mt 22,34-40 Amerai il Signore tuo Dio, e il tuo prossimo …, Commento di don Fabio Rosini al Vangelo Mt 22,15-21 Rendete a Cesare quello che è di Cesare e a …, Commento di don Fabio Rosini al Vangelo Mt 22,1-14: Tutti quelli che troverete, chiamateli alle …, Commento al Vangelo Mt 21,33-43 Darà in affitto la vigna ad altri contadini, Commento al Vangelo Mt 21, 28-32 Pentitosi, andò.

Sparatoria Allo Zen Palermo, Con Il Cinema Andrà Tutto Bene, Crisi Del '29 Collegamenti Inglese, Autostrada A10 Chiusa, Santa Maria Di Castellabate Zona Lago Case Vendita, Rondini Al Guinzaglio Chords, Ministro Di Luigi Xiii,