rincospermo tempo crescita

Con questi giusti accorgimenti non si metterà al rischio il rincospermum che continuerà a crescere bene e ad abbellire la vista del nostro terrazzo di casa, avvolgendoci nel suo ammaliante profumo. Si tratta di una pianta originaria della zona dell’Estremo Oriente, caratterizzata dall’abbondante presenza di aggraziati fiori bianchi che lo contraddistinguono e che lo rendono adatto anche a scopi puramente decorativi. Hello everyone, I’m Luigi Marciano, CEO of Objectway, and I’d like to wish all of you the best for the next days of holiday (for someone), more relaxed work (for others), or celebration for a new year coming (everybody!). Per coltivarlo, il terriccio che dovrà ospitare il rincospermo deve essere drenato bene e ricco di sostanze di natura organica. Lo si deve fare in modo piuttosto radicale, eliminando tutti i rami secchi e effettuando una leggera cimatura di quelli giovani. Il rincospermum (Trachelospermum jasminoide), della famiglia delle Apocynaceae, è un rampicante perenne nativo di Cina e Giappone. Si tratta di un tipo di rampicante che dà fiori e che necessita di un... Si … È la fase che inevitabilmente lo rende più adatto ad assumere una funzione decorativa e quella che sprigiona tutto il suo peculiare candore. Ha delle proprietà fitoterapiche molto preziose inoltre il suo olio viene utilizzato come antidepressivo e calmante. Per un breve arco di tempo può essere mantenuto anche in … Meglio quindi fare attenzione se si hanno degli animali in casa. In natura esistono alcune specie di Stephanotis , diffuse in Asia e in Madagascar; in vivaio si trova una singola specie: Stephanotis floribunda, detta anche jasminoides. In questo modo, le radici potranno estendersi in totale libertà, senza ostruzioni varie che potrebbero compromettere la sua espansione regolare e provocare di conseguenza una crescita stentata e poco gradevole alla vista. Pericoloso è anche il ragnetto rosso, responsabile della formazione di aree necrotiche e contrastabile con prodotti a base di aglio. Cos'è il rincospermo, o falso gelsomino, quali sono le sue caratteristiche, come prendersene cura e quali sono le malattie di cui può esser affetto. Questa pianta può essere utilizzata per la realizzazione di siepi: in questo caso si raccomanda di lasciare, tra un esemplare e l'altro, circa un metro di spazio. Altri rischi a volte sono rappresentati dall’attacco della cocciniglia cotonosa. Al momento della messa a dimora la distanza tra una pianta e l'altra deve essere di circa un metro. Rustico, tollera sia il caldo sia il freddo. Essa avviene di solito nel periodo dell’anno compreso tra i mesi di maggio e di giugno. L’importante, più in generale, è che si trovi in posti in cui può godere appieno della luce del sole. Troviamo questa pianta rampicante soprattutto a ridosso di muri, pergole o gazebi perché è proprio in questi contesti che riesce a dare il meglio di sé. Il nome scientifico deriva dal greco: "trachelos" significa collo e "sperma" significa seme. Originario della Cina, del Giappone, della Corea e del Vietnam e appartenente alla famiglia delle Apocynaceae, il rincospermo, Trachelospermum jasminoides, ha dei rami che possono essere semilegnosi o erbacei e che si allungano anche fino a 10-12 metri. Il vero gelsomino invece può essere certamente utilizzato per tisane e infusi. Un’altra differenza sta nell’impiego di queste piante dal punto di vista curativo. La presenza di questo parassita è riconoscibile e resa manifesta da vari batuffoli bianchi, dall’aspetto simile al cotone, che essa rilascia e cosparge sull’intera superficie della pianta nuocendo alla sua salute. Si consiglia un fertilizzante a rilascio lento specifico per piante da fiore; il prodotto in questione deve bilanciare in maniera opportuna i tre macroelementi indispensabili per l'arbusto, ovvero il potassio, l'azoto ed il fosforo. Il rincospermo è in grado di tollerare sia il caldo sia il freddo, purché non siano eccessivi. In inverno basta fare in modo che la terra non sia secca ma per il resto non è necessario bagnare in modo regolare questa pianta che ama i terreni non molto compatti, ben drenati e ricchi di materia organica. Ogni anno, o quasi, è necessario effettuare un rinvaso, in primavera, badando di procurarsi un vaso molto più grande e non riciclando il terriccio. (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Rampicante e sempreverde, questo arbusto produce dei fiori molto profumati e di colore bianco che ce lo fanno associare al Gelsomino. Oltre a questo tipo di raccomandazione, è fondamentale anche un’integrazione di ferro, soprattutto se il rincospermo cresce in terreni calcarei, non particolarmente adatti alla sua natura o quando viene subisce l’irrigazione a base di acqua dura. Per contrastarla sono necessari prodotti anticrittogamici. Entrambe hanno delle proprietà che possono risultare preziose per la nostra salute ma in modo diverso. Questa pianta è molto rigogl... Il rincospermo è una pianta popolarissima, e da qualche anno diffusissima in giardini, cortili e balconi. Analizzate caratteristiche, coltivazione e concimazione del rincospermo, passiamo alla fioritura vera e propria della pianta chiamata anche “falso gelsomino”. E’ necessario che la pianta sia esposta ad una temperatura … Proviamo a comprendere come non commettere più questo errore solo con un buono spirito di osservazione. La concimazione dell’arbusto agevola in maniera estremamente decisiva la crescita e la fioritura di una pianta di questo genere. Si suggerisce, ad ogni modo, un'esposizione soleggiata; la pianta cresce anche a mezz'ombra, ma in questo caso la sua fioritura sarà meno rigogliosa. Tuttavia, in alcuni casi rari può capitare che sui germogli giovani si possano verificare delle infestazioni di afidi. Questa sua caratteristica lo rende una pianta perfetta per abbellire muri e ringhiere ma può essere utilizzata anche per altri scopi perché è in grado di coprire una pergola oppure di costituire delle vere e proprie siepi di separazione. Si suggerisce, ad ogni modo, un'esposizione soleggiata; la pianta cresce anche a mezz'ombra, ma in questo caso la sua fioritura sarà meno rigogliosa. La fioritura è di solito molto folta e di colore bianco. Il rincospermo o falso gelsomino, viene usato per la cura di reumatismi o come analgesico perché ha proprietà legate agli alcaloidi di cui è composta, ma è assolutamente vietato fare una tisana con le sue foglie. Queste manifestazioni sono da curare repentinamente, prima che la situazione degeneri e si presentino problemi seri per la salute e la sopravvivenza stessa della pianta. Let me add just a couple of things before that. Il nome scientifico esatto del rincospermo è trachelospermum jasminoide. Il cosiddetto “falso gelsomino” è una pianta che riesce a sopravvivere sia in presenza di climi caldi che di climi piuttosto freddi. Sono in vasi di circa 70x25 cm alti 30 cm. La potatura va praticata soltanto per eliminare eventuali rami secchi o malati. La moltiplicazione di questo elegante arbusto si verifica generalmente per talea; il suolo ideale per il rincospermo è leggero, fertile, ben drenato, ma si raccomanda di evitare terreni con ph acido. Ho sul terrazzo 2 piante di rincospermo, piantate nell'ottobre scorso. Ma per riuscire a garantirgli un giusto equilibrio,  oltre che una bella fioritura, è opportuno posizionarla in un luogo ben esposto alla luce con una ventilazione potente e con le radici poste all’ombra se è possibile. Accessori per animali: quali sono i più utili? Due volte ogni anno, soprattutto tra il mese di maggio e quello di luglio, ma spesso anche in agosto, il Rincospermum fiorisce almeno due volte e produce delle piccole stelline bianche che vanno a decorare i rami. Per parlare del Rincospermum è necessario per forza accennare anche al gelsomino visto che questa pianta è chiamata anche “falso gelsomino” anche se il suo nome scientifico è Rhincospermum jasminoides. in pieno sole dalle 8 alle 13. Rincospermo potatura. In giardino, subito dopo la messa a dimora, è opportuna un'operazione di pacciamatura del terreno per renderlo più morbido e aerato e per migliorarne le caratteristiche fisico-chimiche. E' anche detto falso gelsomino, per via dei fiori bianchi e profumati... Il suo nome volgare è rincospermo ma può accadere che qualcuno ve lo proponga anche come gelsomino. Già solo da questo potete immaginare almeno a spanne le sembianze di questa pianta che possiamo trovare in molti giardini, anche se spesso scambiata con il più noto gelsomino. Il concime va somministrato una volta alla settimana durante il periodo che va da marzo fino a settembre, a esclusione di una sola eventualità: la presenza di gelate tardive. (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Il falso gelsomino deve essere concimato due volte all'anno, all'inizio dell'estate e durante la stagione autunnale. Infatti, sotto questo punto di vista non è una pianta particolarmente problematica, al contrario si adatta a vari tipi di terreno ed è capace di resistere sia alle temperature calde che a quelle più fredde. Il trattamento da seguire per contrastare gli afidi e risollevare le sorti del rincospermo è quello a base di piretroidi, da effettuare lontano dalle ore di irraggiamento e nei periodi di fioritura. Non teme il gelo. Tra le malattie fungine determinate da un'umidità sovrabbondante, invece, è necessario ricordare la fumaggine; essa si manifesta con una sorta di muffa scura e provoca un deperimento generale dell'arbusto. E’ venuto il momento ora di svelare qualche trucco per imparare come distinguere il Rhincospermum Trachelospermum dal Jasmimum, per usare i loro nomi scientifici. Il rincospermo (o falso gelsomino) è una pianta sempreverde resistente e fragrante, con un rapido tasso di crescita. Le sue foglie lievemente coriacee e una sostanza protettiva essenziale quale è il lattice fanno da forte barriera protettiva per l’arbusto e ostacolano l’insorgere di eventuali malattie nocive e aggressive. Il Rincospermo o falso-gelsomino è un arbusto rampicante e vigorosissimo,sempreverde, di crescita rapida, vigoroso, longevo, molto resistente agli attacchi dei parassiti, abbastanza resistente alle basse temperature, adattabile a diversi tipi di clima, dalla fioritura prolungata nel tempo e molto profumata. Allo stesso tempo le annaffiature devono essere abbondanti d’estate, a maggior ragione se questa pianta è in vaso e non in piena terra. Quindi ... Buongiorno, abito a Soverato sulla costa calabrese ed ho un terrazzo esposto a sud est. Ironia della sorte, questa pianta rampicante è stata riconosciuta come simbolo di immortalità. Il motivo del successo del rincospermo non deriva soltanto dal suo piacevole aspetto esteriore, ma anche dalla facilità nel coltivarlo. Per quanto riguarda invece i tempi e le modalità della concimazione, il rincospermo va curato con attenzione, si tratta di un aspetto da non fare passare in secondo piano per nessuna ragione. Il Rincospermo si coltiva in giardino per la creazione di bellissimi muri fioriti, pergolati e grandi siepi sempreverdi. Se dovessero verificarsi bruschi abbassamenti di temperatura o degli inverni più freddi del solito, conviene coprire il terreno in cui è posto il rincospermo con della paglia, delle scorze o un telo dalle dimensioni adeguate. I motivi sono, Come realizzare un impianto di irrigazione, Rincospermo: Esposizione, parassiti e malattie, Piante da Giardino resistenti a temperature poco sotto lo zero, PLAT firm-semi di piante Mondo Seeds - Cistus creticus Seeds, 10 Semi di Clethra alnifolia Summersweet Arbusto. La cocciniglia e alcune malattie fungine come la fumaggine sono i peggiori nemici di questa pianta che viene colpita soprattutto nel suo fogliame. Il rincospermum non è una tipologia di pianta soggetta a un rischio alto di malattie che possono danneggiarla in maniera irreversibile. Il rincospermo (o falso gelsomino) è una pianta sempreverde resistente e fragrante, con un rapido tasso di crescita. La concimazione svolta in autunno dovrebbe apportare meno azoto rispetto a quella primaverile, in modo da non stimolare uno sviluppo eccessivo delle parti vegetative in vista del freddo invernale. Scopriamo insieme quali sono le caratteristiche di questa pianta molto diffusa, come va coltivato correttamente e come è preferibile prendersene cura per poter ottenere una fioritura particolarmente rigogliosa e informiamoci. Il motivo del successo del rincospermo non deriva soltanto dal suo piacevole aspetto esteriore, ma anche dalla facilità nel coltivarlo. In fase di crescita dobbiamo sostenerla con concimi ricchi di azoto, per il resto basta usare concimi granulari a lento rilascio specifici per piante da fiori. Se possibile, il fertilizzante deve includere anche microelementi ugualmente importanti come il magnesio, il manganese ed il ferro. Infatti, sotto questo punto di vista non è una pianta particolarmente problematica, al contrario si adatta a vari tipi di terreno ed è capace di resistere sia alle temperature calde che a quelle più fredde. Tra i parassiti più frequenti per questo arbusto va menzionata la cocciniglia, che si riconosce per il rivestimento protettivo con il quale tende a coprirsi e che si può debellare con dell'olio bianco minerale. Per ottenere una buona crescita, il Rincospermo richiede una temperatura notturna di 10-13°C e temperature diurne di 20-22°C. In alcuni momenti basterà uno sguardo per capire che il nostro Rincospermum ha bisogno di rafforzarsi e di infoltirsi ed è il momento in cui diventa necessario potarlo. La potatura del falso gelsomino, invece, deve essere fatta improrogabilmente ogni primavera, senza mai ritardare troppo. Qualora si scelga di effettuare la coltivazione in vaso, è fondamentale che quest'ultimo sia piuttosto ampio, con un diametro di almeno 50 centimetri, e che il rinvaso venga eseguito in primavera. Rimane di fatto l’unico inconveniente di questo arbusto piacevole non solo per la vista, ma anche per l’olfatto. A tal proposito, un altro consiglio indispensabile rimane quello di effettuare una o due concimazioni separate. Già possiamo precisare che non appartengono nemmeno alla stessa famiglia di piante perché il primo è della famiglia delle Apocynaceae mentre il secondo, il vero gelsomino, appartiene alla famiglia delle Oleaceae. Ecco il perché del nome. Se invece il, ©2020 - giardinaggio.it - p.iva 03338800984. Al momento della messa a dimora la distanza tra una pianta e l'altra deve essere di circa … Una loro carenza avrebbe effetti del tutto negativi sull'esemplare: ne provocherebbe una crescita lenta e potrebbe causare clorosi fogliare. Si tratta di un tipo di rampicante che dà fiori e che necessita di un supporto verticale per una crescita ottimale. Inoltre, con l’arrivo di ogni primavera, è molto importante ricordarsi di rinnovare il terriccio, almeno di un terzo rispetto al totale. In questi casi per salvare la nostra pianta dobbiamo effettuare un trattamento anticrittogamico periodico e un lavaggio fogliare se attaccato dalle fumaggini. Potatura autunnale del Rincospermo Quando il rincospermo è molto vigoroso, la crescita è troppo rapida e i rami tendono ad assottigliarsi agli apici è bene intervenire con una potatura di contenimento Il rincospermo o falso gelsomino per crescere sano, robusto e di una certa altezza ha bisogno di almeno due potature in specifici periodi dell'anno. Nel periodo vegetativo ci sono molte foglie dalla superficie lucida e dalle tinte brillanti, di solito verdi ma che possono anche apparire arancioni o rossastre in particolari casi, ad esempio quando si trovano in ambienti con condizioni di elevata umidità. Time of Growth, Time to Celebrate – Tempo di crescita, tempo di festa. Per ottenere una buona crescita, il Rincospermo richiede una temperatura notturna di 10-13°C e temperature diurne di 20-22°C. Terranews.it è il sito Green che tratta tematiche come ambiente, animali, alimentazione, salute e benessere e tanto altro! La pianta, comunque, non presenta grandi problemi, è facile da curare e può essere piantata sia in giardino, sia in vaso. Sì, proprio così, le foglie di questa pianta contengono un latice, liquido vischioso bianco, che risulta essere tossico sia per i parassiti che per gli animali domestici. Il rincospermo o rincospermum, comunemente conosciuto con il nome di “falso gelsomino”, da cui prende le note odorose, è famoso appunto per il suo inconfondibile profumo e per la sua proverbiale eleganza. Rincospermo o falso gelsomino: alla scoperta di una pianta profumata e elegante, Cavallucci marini, prosegue il commercio nonostante le restrizioni e i bandi, Il Ministero dell’Ambiente stanzia 500 milioni di euro per le piste ciclabili, Pungitopo: benefici, controindicazioni e uso, Mandragola pianta, proprietà e usi medicinali, Boom della cannabis light: ecco cosa sapere, Sportivi vegani di alto livello, ecco gli esempi più famosi, Cane della prateria: alla scoperta delle sue origini e delle sue caratteristiche. Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su Twitter, Facebook e Instagram, Pubblicato da Marta Abbà il 7 Aprile 2019, © 2020 IdeeGreen S.r.l. Essendo caratterizzato da una crescita vigorosa, tende ad allargare molto le radici. Si suggerisce di utilizzare acqua demineralizzata o, comunque, povera di calcare. In inverno basta fare in modo che la terra non sia secca ma per il resto non è necessario bagnare in modo regolare questa pianta che ama i terreni non molto compatti, ben drenati e ricchi di materia organica. Il Rincospermo si coltiva in giardino per la creazione di bellissimi muri fioriti, pergolati e grandi siepi sempreverdi. Se si decide di piantarlo all’interno di un vaso è consigliabile scegliere un modello ampio, lungo almeno 1 m circa e largo almeno intorno ai 40 cm circa. Per moltiplicare invece questa pianta è necessario utilizzare la procedura di divisione dei cespi, se ci troviamo in inverno, oppure quella per talea semi-legnosa, se invece siamo in estate. Per un breve arco di tempo può essere mantenuto anche in appartamento, a condizione di garantire alla pianta almeno 4-6 ore di buona illuminazione giornaliera. Caffè verde: un elemento efficace per dimagrire, Coniglio testa di leone: un grazioso e docile animale domestico. Società Benefit, e' vietata la ripubblicazione, anche parziale, dei contenuti pubblicati - P.IVA 08578340963, Rimedi naturali contro i pidocchi delle piante. Il rincospermo è in grado di tollerare sia il caldo sia il freddo, purché non siano eccessivi. Quando subisce un attacco di fumaggine, ad esempio, nelle foglie si creano degli ammassi di vera e propria polvere di colore nero che ricorda la fuliggine dei camini. La sua crescita è rigogliosa, formata da schermate sempre verdi che lo rendono una pianta utile a essere utilizzata per mantenere la giusta privacy tra una casa e l’altra, quando lo si espone sui balconi o terrazzi di condomini. Per assicurare al Rincospermo una crescita rigogliosa, è necessario fare attenzione alle temperature alle quali lo si espone. Home » Giardinaggio » Guide Giardinaggio » Rincospermum: descrizione e coltivazione. Hanno resistito perfettamente all'inverno, anche se il terrazzo e' ventilato.Da fine febbraio sto concimando con un concime universale (crescita miracolosa di saratoga) ogni 7 giorni, e le piante sono pienissime di nuove gemme e foglie nuove. Allo stesso tempo le annaffiature devono essere abbondanti d’estate, a maggior ragione se questa pianta è in vaso e non in piena terra. Bello e profumato, ma anche velenoso. Questa pianta, se coltivata in vaso, necessita di annaffiature costanti, in particolare durante il periodo della fioritura; bisogna, in ogni caso, evitare i ristagni idrici, i quali frequentemente causano marciumi alle radici e malattie fungine molto fastidiose. In seguito, quando si deciderà dove porre il rincospermo in maniera stabile e definitiva, è utile fissarlo a un supporto. Luigi Marciano December 22, 2017. Infine, concentriamoci su quali siano sono le problematiche che possono colpirlo danneggiando la sua salute e il suo candido aspetto.

Gaetano Calcutta Spartito Pianoforte, Decreto Rilancio Palestre, Preghiera Di Santa Faustina Per Essere Misericordiosi, Belle Frasi Sulla Giornata, Gli Uccelli Come Le Garzette, Sognare Santa Lucia, Ristorante Pizzeria Leon D'oro, Fabiano Petricone Anni, Anna Ghinazzi Figli, Pizzeria Caruso, Bologna - Menù,