storia del piemonte scuola primaria

Al periodo del Neolitico risalgono le prime tracce di vita umana nella regione (grotta di Aisone; sepolcreti di Montjovet e di Villeneuve; grotte del Monfenera), ma sono numerosi anche i ritrovamenti dell’età del Bronzo: abitati palafitticoli intorno al Lago di Viverone; abitati di Alba, Avigliana, Mercurago; alcuni materiali a San Giovanni dei Boschi e a Trana. I Romani usarono la regione come avamposto per controllare i valichi alpini della Valle d’Aosta, la via d’accesso delle Gallie. Vittorio Emanuele II, grazie a Garibaldi, prese possesso dell’intera Italia meridionale e divenne Re d’Italia nel 1861. Durante la Prima campagna d’Italia, Napoleone Bonaparte sconfisse l’esercito piemontese instaurando la dominazione napoleonica nella regione che vide l’arrivo di molti francesi che iniziarono a impiantare qui le loro fabbriche e attività. Seconda regione italiana per estensione, il Piemonte offre una vasta gamma di caratteristiche e risorse. It is mandatory to procure user consent prior to running these cookies on your website. Da  una lettura della fonte, si può rilevare che l’odierno plesso conserva, fatti salvi gli interventi di riammodernamento necessari espletati nel tempo soprattutto nella struttura esterna, tutte le caratteristiche del primitivo progetto, approvato in via definitiva tra la fine del  1915 e la metà del 1916  dagli Organi deputati: il Genio Civile, il medico provinciale e la Deputazione Scolastica Provinciale. CURRICOLO DI STORIA CLASSE I SCUOLA PRIMARIA AREA STORICO-GEOGRAFICO-SOCIALE Competenze Abilità specifiche Nuclei tematici (conoscenze) Competenza Ricavare informazioni dall’analisi di vari tipi di fonti. Un posto di rilievo è occupato dall'industria, che, in particolar modo grazie alla casa automobilistica torinese Fiat, è stato uno dei settori di traino per tutto il Paese. La città divenne uno degli emblemi del potere della casata Savoia e rimase il principale porto sabaudo. © 2016 Mondadori Scienza Spa | P.IVA 09440000157 | Capitale Sociale : € 2.600.000 i.v. These cookies will be stored in your browser only with your consent. Il nome “Piemonte” deriva dal latino ad pedem montium, letteralmente “ai piedi dei monti”. La antica storia del Piemonte comprende una serie di eventi che interessarono il territorio della regione dal Paleolitico.Essi furono influenzati molto dai paesi confinanti: la posizione strategica ai piedi delle Alpi la rese infatti ambita da molte potenze (più di tutte la Francia) come «chiave d'accesso» all'Italia. We also use third-party cookies that help us analyze and understand how you use this website. Molto praticato anche l'allevamento nelle zone montuose e l'agricoltura, specie per la coltivazione del riso, prodotto principe nell'economia piemontese. Fu fondata dai Romani e la sua struttura a scacchiera ricorda le sue origini di castrum (accampamento) romano. Nel 1174 Federico I tentò di conquistare Alessandria che, dopo un lunghissimo assedio, riuscì a resistere agli invasori. Il 7 Agosto dello stesso anno iniziano i lavori,  sotto le egida dell’Unione Edilizia Nazionale. Ti è piaciuto Piemonte Expo ? Vittorio Emanuele I riprese il trono del regno dopo la sconfitta di Napoleone nel 1815 e diede il via al processo d’indipendenza dell’Italia dagli altri stati. Nel dopoguerra aumentò il peso dell’industria nell’economia piemontese, grazie alla FIAT e ad altre aziende come la Olivetti e la Ferrero. Grazie poi alle sollecitazioni di Giuseppe Valentino, ormai divenuto Sindaco,  superate tutte  le controversie interne, nel 1919 si affidarono i lavori alla ditta Zerbi-Pertini, vincitrice della gara d appalto. Nel 1924 le scuole di Piazza Castello furono  collaudate,   completate ed aperte e,  dall’anno scolastico 1924/25, con classi numerose,  divise per sesso e  lezioni distribuite su cinque giorni settimanali, il magnifico plesso scolastico cominciò la sua opera educativa accogliendo un’utenza molto eterogenea e promuovendo, da subito, una didattica funzionale. Nell’area compresa tra Alpignano e Rivoli, nel 312 l’imperatore Costantino I riportò una vittoria contro le truppe di Massenzio. La regione riuscì ad accrescere le esportazioni in seguito all’apertura dei trafori del Gran San Bernardo e del Monte Bianco negli anni Sessanta. Pellicano…. Storia di una scuola nel cuore di Reggio L’inizio della storia del Principe di Piemonte va collocata nei primi anni del 1900, proprio all’indomani del disastroso sisma del 1908, quando fu necessaria la ricostruzione della città, in primis degli uffici e degli edifici pubblici, comprese le scuole. Basiliche, chiese, santuari e abbazie in Piemonte, Sci alpino, sci di fondo e turismo invernale in Piemonte, nostra newsletter per ricevere le nostre proposte per il tuo weekend , per i tuoi appuntamenti e per il tuo turismo in Piemonte, Quattro piatti tipici del Piemonte da cucinare a casa per riscoprire la tradizione piemontese, Le strutture che accettano il Bonus Vacanze in Piemonte e in Italia, Il Treno delle Meraviglie Cuneo Ventimiglia Nizza, Museo del Fungo e di Scienze Naturali – Boves, Museo del Tesoro del Duomo e Archivio Capitolare – Vercelli, Museo a cielo aperto dell’architettura moderna di Ivrea, Museo Etnologico Missionario Salesiano – Castelnuovo Don Bosco, ATP Finals il torneo di tennis più famoso del mondo si giocherà a Torino dal 2021 al 2025, Torino dal 12 al 15 novembre 2020 Biennale Tecnologia incontri online su piattaforme digitali, Il Museo Egizio direttamente a casa alla scoperta di tutte le collezioni presenti tramite piattaforme digitali, Il museo della magia a Cherasco nel Cuneese, Il Bagna Cauda Day 2020 inventa la versione Sporta a Ca’ per superare il lockdown da coronavirus, Dal 24 Ottobre 2020 al 31 Gennaio 2021 alla Palazzina di Caccia Stupinigi, Andy Wharol Super Pop mostra sulla vita dell’artista, La Fiera del porro Cervere presenta la Porro Box direttamente consegnata a casa. Il Piemonte, una volta rafforzato e ammodernato l’esercito, schierò sul fiume Ticino le proprie truppe. • La scuola primaria nasce nel 1860/61 con l’estensione della legge Casati dal Regno del Piemonte al Regno d’Italia e furono varati anche i primi programmi redatti dal prof. Fava, I quali si proponevano di combattere l’analfabetismo e fornivano perciò i primi elementi del leggere,dello scrivere e del far di conto con un’impostazione monarchica e religiosa Negli anni a seguire    fu sempre più fiorente l’ attività del  Principe di Piemonte che nel 1926  accoglie la Biennale Calabrese di Arte e Industrie Artistiche e,  nel  1928 , ospitò nei cantinati,  una sezione archeologica del Regium Antiquarium,  dove vennero esposti i reperti storici  salvati dal sisma del 1908. Tutti gli altri importanti fiumi della regione sono diretti affluenti del Po: Dora Baltea, Dora Riparia, Tanaro, Sesia e Ticino. Di quegli anni è la fondazione di una delle industrie che avrebbe fatto la fortuna del Piemonte e dell’Italia intera, la FIAT, e la realizzazione del monumento simbolo di Torino: la Mole Antonelliana, ideata da Alessandro Antonelli. Vi è anche da rilevare che, come da primitivo progetto, fino all’anno 1969, il plesso fu   presidiato da un custode che abitava un appartamento ubicato al piano inferiore dove fino a poco tempo fa operavano gli Uffici. Nei successivi anni   l’Istituto Scolastico  continuò la sua attività e conserva tutt’oggi quel fascino e quell’imponenza di un tempo, oltre che divenire sempre  di più un centro operativo di didattica attiva. L’evento passò alla storia con il nome di Battaglia di Torino. Vista la situazione, altri staterelli dell’Italia Centrale, territorio molto frammentato in un’infinità di stati indipendenti più o meno grandi, decisero di unirsi al nuovo Regno d’Italia. Poco lontano da dove sarebbe poi sorta la città capoluogo del Piemonte, pare ci fosse un insediamento di Taurini, dai quali potrebbe aver preso il nome. Nell’anno 28 a.C. Giulio Cesare fece edificare la città di Julia Augusta Taurinorum, l’odierna Torino. I dialetti del Piemonte si possono suddividere tra alto e basso piemontese: ai primi appartengono quelli delle province Cuneo e Torino mentre ai secondi quelli delle province di Vercelli e Alessandria. Nella seconda guerra mondiale, invece, il Piemonte fu sede di centri di resistenza partigiana, imprese narrate da scrittori piemontesi come Cesare Pavese e Beppe Fenoglio. Le province del Piemonte Torino si trova alla confluenza del Po con la Dora Riparia. Qualche nome? Riguardo l’età del Ferro, si hanno significative testimonianze della cultura di Golasecca e dell’influenza culturale dei Celti nell’area compresa fra il Sesia e il Ticino. Nel 2006 il Piemonte è stato la sede dei XX Giochi olimpici invernali, valorizzando per l’occasione i propri patrimoni artistici e ambientali. Contemporaneamente in Comune si diede avvio alla fase amministrativo-finanziaria,  seguita dalla gara d’appalto per i  lavori di costruzione ,   indetta sulla  base del criterio delle offerte segrete a unico incanto. Della progettazione del Principe di Piemonte si diede incarico,  dapprima all’architetto Arcidiacono e, nel 1913, attesa l’esigenza di una precisa ed attenta disposizione planimetrica degli ambienti,  della struttura  e del calcolo dell’ossatura resistente, furono chiamati alla progettazione due validi professionisti che si occupavano della ricostruzione di Reggio. Durante i bombardamenti del secondo conflitto mondiale, la scuola fu presa di mira e vittima di danneggiamenti e furti ripetuti, tanto da costringere il Direttore dell’epoca, al trasferimento dell’archivio presso una scuola di Rosarno, ritenuta più sicura. You also have the option to opt-out of these cookies. La sezione, pur non essendo  aperta al pubblico,  era visitabile previo avviso alla  Regia Soprintendenza delle Anichità. Vitrioli Principe di Piemonte - Ing Antonello Comi & Ing Stefano Infantino. Per numero di abitanti ed estensione è la quarta metropoli italiana. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. This category only includes cookies that ensures basic functionalities and security features of the website. Al Principe di Piemonte trovò alloggio il Reparto Celere della Polizia, quale compartimento di difesa della zona occupata dalla rivolta. A ovest il Piemonte è incorniciato da un vasto assortimento di catene montuose: Alpi Marittime, Cozie, Graie, Pennine, Lepontine e un "pezzettino" di Appennini Liguri. Prima che i Romani giungessero in Piemonte nel corso del II secolo a.C., il territorio ospitò i Liguri insieme ad altri popoli di stirpe celtica, tra i quali i Taurini. Già  nel 1964 la scuola venne premiata dall’ENAL (Ente Nazionale Assistenza Lavoratori) per la realizzazione di un Presepe , così come molti gli alunni destinatari di riconoscimenti. Tali poggi poi degradano a loro verso la Pianura Padana, la quale è attraversata dal fiume più lungo d'Italia, il Po, che nasce proprio da una montagna piemontese, il Monviso. This website uses cookies to improve your experience. Out of these, the cookies that are categorized as necessary are stored on your browser as they are essential for the working of basic functionalities of the website. Tra le necropoli galliche si segnala quella di Dormelletto del terzo secolo a.C. Prima che i Romani giungessero in Piemonte nel corso del II secolo a.C., il territorio ospitò i Liguri insieme ad altri popoli di stirpe celtica, tra i quali i Taurini. Il Piemonte venne unificato nella grande Marca di Ivrea, retta da una potente famiglia feudale di origine franca, gli Anscarici. Durante l’esecuzione dei lavori molte le difficoltà e le vicissitudini,  non ultime quelle afferenti  lo stanziamento di fondi insufficienti  e le varie ditte avvicendatesi per le rifiniture del plesso. Tuttavia, il re d’Italia Ugo di Provenza smembrò nel 926 la Marca a causa di difficoltà di gestione. La regione sotto la lente d'ingrandimento! These cookies do not store any personal information. I vini piemontesi sono conosciuti in tutto il mondo. Per gli austriaci arrivarono una serie di sconfitte nelle battaglie di Montebello e di Magenta, in seguito alle quali firmarono una pace in cui cedevano la Lombardia al Piemonte. Il Piemonte è ricco di storia, poiché era parte integrante di quel Regno della casa Savoia che durante il Risorgimento giocherà un ruolo cruciale per l'Unità … Nel corso della prima guerra di indipendenza, il Piemonte andò incontro a una disfatta. All’inizio del novecento Torino divenne la città più popolosa d’Italia. (mail: copyright © 2019 I.C. Cessato il periodo di crisi e avviata la ripresa della città,  il Principe di Piemonte  ricomincia la sua attività distinguendosi sin da subito  nella sua efficiente organizzazione, aprendosi sin da subito al territorio e promuovendo, dal 1961 al 1965, un metodo che venne definito Scuola del fare gioioso. Record: In Nuova Zelanda c’è la collina con il nome più lungo (e difficile) del mondo! Giuseppe Valentino,  allora assessore ai lavori pubblici, valutata la toponomastica della città,  individuò nel centro – nord e sud della città  i luoghi  su cui dovevano sorgere le scuole pubbliche. La Francia, come ricompensa per l’intervento in guerra, ottenne la Savoia e Nizza. Emanuele Filiberto, dopo aver sconfitto duramente i francesi a San Quintino nel 1559 e recuperato i territori del ducato occupati dai francesi, comprese che il futuro di Casa Savoia non era da cercarsi nella zona francese ma in Italia. Durante la prima guerra mondiale, gli stabilimenti industriali della regione videro scoppiare scioperi e furono vittime dei bombardamenti. Piemonte Il territorio del Piemonte è circondato per tre lati dalle montagne a nord e a ovest, dalle Alpi occidentali e a sud dall'Appennino. Questi rilievi discendono verso valle, dove risiedono diversi gruppi collinari come il Monferrato, il Canavese e le Langhe. L’Austria, sentendosi minacciata, attaccò per prima, facendo sì che la Francia intervenisse in favore del Piemonte. Molto importante è anche il settore vinicolo, con i poggi delle Langhe e del Monferrato che ospitano molti pregiati vigneti che producono vini apprezzati in tutto il mondo. In seguito al referendum del 1946, il Piemonte divenne una regione della Repubblica Italiana. A tal proposito l’on. Barbera, Barolo, Bonarda, Fresia, Nebbiolo...si potrebbe andare avanti per ore! Durante la sommossa popolare del 1970/71, sospese le lezioni,  le scuole della città si trasformano in vere e propri accasermamenti militari. Per questo,  nell’anno 2009, all’interno del plesso, venne istituita una sezione della Scuola dell’Infanzia, di talché al Principe di Piemonte sembra completarsi un progetto culturale che di pari passo a quello architettonico ha segnato la nascita e l’evoluzione di questa scuola che rappresenta, sia per ubicazione che per centro di formazione, il cuore di Reggio. Confina con la Francia ovest, la Val d'Aosta a Nord-Ovest, la Svizzera a Nord, la Lombardia a Est e la Liguria a Sud. L’inizio della storia del Principe di Piemonte va collocata nei primi anni del 1900, proprio all’indomani del disastroso sisma del 1908, quando fu necessaria la ricostruzione della città, in primis degli uffici e degli edifici pubblici, comprese le scuole. La Sacra di San Michele – By Elio Pallard, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=43848367. I primi Savoia non erano piemontesi e, originariamente, traevano il potere dal controllo dei valichi alpini. Torino rimase capitale del nuovo regno fino al 1865, prima che la capitale venisse spostata a Firenze e poi a Roma nel 1870. Grazie alla loro abilità politica, i Savoia riuscirono ad allargare i possedimenti in Piemonte. Scuola Secondaria di Primo Grado Diego Vitrioli, Scuola secondaria primo grado D. Vitrioli, Scuola Secondaria Primo Grado D. Vitrioli, Questionario di Valutazione a.s. 2018/19 – Genitori, Scuola Secondaria di Primo Grado D. Vitrioli, Studenti – Questionario di valutazione a. s. 2018/19, Questionario di Autovalutazione a.s. 2018/19 – Personale ATA. Da lì a poco, l’imperatore tedesco sarebbe andato incontro alla sconfitta definitiva a Legnano. But opting out of some of these cookies may affect your browsing experience. ( Cons. Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Instagram. Any cookies that may not be particularly necessary for the website to function and is used specifically to collect user personal data via analytics, ads, other embedded contents are termed as non-necessary cookies. I.C. L'economia piemontese è molto varia. Oltre a personaggi come Camillo Benso Cone di Cavour e Giovanni Giolitti infatti, il Piemonte può vantare tra i suoi illustri cittadini letterati del calibro di Vittorio Alfieri e Cesare Pavese, grandi imprenditori quali Agnelli e De Benedetti e sportivi leggendari come il ciclista Fausto Coppi.

Emilia Significato Biblico, Liceo Scientifico Cossato, Largo Santa Susanna Roma, Orari Messe Santa Maria Maggiore, Ogm Mappa Concettuale,