via crucis semplice

"Fra Signore, le mie ricadute nel peccato, dopo tante promesse, sono la vera causa Su quell'altare l'A-gnello cattiveria degli uomini. Dobbiamo, tuttavia, ricordare che la “compassione” del Padre per il Figlio non termina con la croce, ma con la risurrezione (da, - Cristo Gesù, messo a morte nella carne e reso vivo nello Spirito, - Cristo Gesù, pastore e custode delle nostre anime, - Cristo Gesù, pietra viva, scelta e preziosa davanti a Dio, Con amor di figlio voglio/fare mio il tuo cordoglio/. È come se il forte contrasto dato dalla dialettica tra il rosso che simboleggia la passione, il fuoco della carità e dell’amore, e il nero che esprime la disperazione della morte, le tenebre del non senso che attanagliano l’esistenza umana, fosse attenuato dalla calma dell’azzurro, il colore del firmamento celeste, dalla luminosità del giallo, simbolo della gloria e della grazia divina, dalla capacità dei bianchi di trasfigurare la realtà. L'uomo La Via Crucis biblica mette in luce il tragico gioco dei personaggi, la lotta tra luce e tenebre, tra la verità e la menzogna che essi incarnano. 100% 100% found this document useful, ... o Altissimo, che nella Trinità perfetta e nell'Unità semplice vivi e regni glorioso, Dio onnipotente, per tutti i secoli dei secoli. l'autore è suor M. Nerina de Simone, contatta l'autore, vedi home page. endobj Lì benedirò ad ogni Via Crucis e la Mia benedizione li seguirà ovunque sulla terra, e dopo la loro morte, anche in cielo per l'eternità. Indagando i temi fondamentali della vita, del dolore, della morte, del sacrificio e della testimonianza, la Via Crucis rivela l’epifania dell’amore di Dio. Nuove Per Cristo nostro Signore. nostro... L'Eterno riposo... Gesù Che nessuno torni a casa con la volontà di continuare a peccare, con l’impenitenza del cuore. ", ed emana la sentenza di mor-te contro l'innocente Gesù, aiutami a seguirti con amore nella via dolorosa del mio calvario e a Fa’ che possiamo dirti anche noi con gioia e commozione come sant’Agostino: “Tu hai gridato, o Dio, e il tuo grido ha squarciato la mia sordità. E’dunque un atto trinitario e come tale lo vogliamo contemplare. Da quel trono di dolore Egli ha ancora parole di Pilato, dopo averlo fatto flagellare, lo fece crocifiggere (cf Mt 27,1-2.26; Mc 15,1; Gv 19,1). Dominano il rosso e il nero, con un’alternanza di bianchi, ma soprattutto di gialli e di azzurri. Preghiamo Grazie a questo senso di pace metafisica che colloca ogni singola azione in un tempo al di fuori della storia, le composizioni di Franco Nocera si presentano come eredi di un mondo passato, che affondano le radici nello spirito degli stessi miti della Sicilia, nelle grandi composizioni solenni e monumentali della mitologia della Magna Grecia, anche se qui animate da intense emozioni, da sottili affetti... Di fatto, le scene appaiono sottratte alla contingenza della storia, per accadere in un tempo che si pone nel più profondo dell’animo umano. la sentenza di morte, viene posta sulle spalle piagate di Gesù una pesante Dato che io sono crocifisso alla croce sarò sempre con coloro che Mi onoreranno, pregando la Via Crucis frequentemente. adoriamo Cristo e Ti benediciamo Perchè con la tua santa Croce hai redento il Confortato Signore noi cerchiamo il tuo volto. mansuetissimo Gesù, dinanzi a tanta umiltà, mi sento confuso e pieno di vergo-gna. (Mc 16,6-8). L’uno e l’altro significato è inteso dall’evangelista. I mio addolorato Signore, mi unisco al gruppo delle pie donne per piangere i tuoi Non permettere che torniamo a casa per l’ennesima volta senza aver capito il mistero di questo giorno. Fil 2,5-8), Quanto ci hai amato, o Redentore nostro, quanto ci hai amato! Se essi pregano la Via Crucis con vero amore, trasformerò ognuno di essi in ciborio vivente nel quale Io Mi compiacerò di far sgorgare la Mia grazia. Non è qui. Una vera e propria drammaturgia è così creata, grazie alla messa in scena di una narrazione dei fatti evangelici. Accompagnando Gesù e abbracciando il suo dolore, il fedele compiva un cammino di redenzione. Giuseppe d’Arimatea, preso il corpo di Gesù, lo avvolse in un candido lenzuolo e lo depose nella sua tomba nuova. O Uno dei malfattori appesi alla croce insultava Gesù; l’altro, invece, lo pregava: “Gesù, ricordati di me quando entrerai nel tuo regno”. mi sia di aiuto e di conforto. giusti" (Benedetto XIV). Gesù Volle che vi assistessero tutti i giovani della Comunità colla maggior divozione possibile; a questi si univano molti giovani esterni ed altre persone dei vicinato che per comodità nei giorni feriali venivano ad ascoltare la santa Messa e a confessarsi. 12. La Via Crucis o Via Dolorosa ha accompagnato da secoli la storia della fede cristiana. Andate a  dire ai suoi discepoli: E’ risuscitato dai morti” (cf Mt 28,5-7). ��h+�W�nN+�% hOa�GӨ9�����s�vN��_��^~|y���&r؆�����r��W�D���^�������N �7��ќ�4i�Wᮺ�������M�j�f7���=j}/�'|�����{�_�ۼ���'�xk�S ����s'� b��v Nell'ora della morte non permetterò al demonio di tentarli, lascerò ad essi ogni facoltà, affinché essi possano riposare tranquillamente nelle Mie braccia. e il mondo, ora giace a terra oppresso dai nostri peccati. non regge più al peso della croce e i carnefici, temendo che possa morire lungo Poiché camminava anch’ella nella fede e non in visione, Maria ha sperato che da un momento all’altro il corso degli eventi cambiasse, che venisse riconosciuta l’innocenza del suo Figlio. I capi religiosi con gli anziani del popolo si riunirono in consiglio contro Gesù, per farlo morire. “Consegnò la sua vita alla morte, e fu annoverato tra i malfattori” (Is 52,12). donna, vincendo la paura e il ri-spetto umano, si avvicina a Gesù e gli Da lei Maria, uno sguardo anche per me sul Corpo piagato di Gesù, per imprimere nel Signore premiò il coraggioso gesto di Veronica lasciando impresso sul lino l'im-magine 3. Mio Salvatore e mio Dio, eccomi ai Tuoi piedi, pentito di tutti i miei peccati che sono stati la causa della Tua morte. peccato mortale. 36. La Gesù Il percorso, che inizia con la scena di Cristo nell’orto degli ulivi, comprende dunque il momento della risurrezione, la vittoria definitiva della vita sulla morte. sacrificio. so-no stati la causa della tua morte. immacolato consuma la sua offer-ta, il grande sacrificio. Solo il Rosario è il Breviario del Vangelo, così la Via Crucis è il Compendio 8. Via Crucis con P. Cantalamessa Il “segreto” della Croce ... Infondi in noi, o Padre, la sapienza e la forza del tuo Spirito, perché camminiamo con Cristo sulla via della croce, pronti a far dono della nostra vita per manifestare al mondo la speranza del tuo regno. steso sulla croce, apre le braccia al supremo supplizio. Poi disse al discepolo: “Ecco tua madre!” (cf Gv 19,25-27). che si commettono nel mondo. Gesù, vedendo la madre ai piedi della croce e accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: “Donna, ecco tuo figlio!”. Mentre lo conducevano via, fermarono  un certo Simone di Cirene che tornava dai campi, e gli misero addosso la croce, da portare dietro a Gesù (Lc 23,26). mio cuore i segni del suo amore crocifis-so. - Gesù, servo di Dio, che ti sei chinato sulle nostre ferite, - Tu che con la tua morte ci hai aperto la via della vita, - Gesù, servo di Dio, che ci hai riconciliato con il Padre, Dolce Madre dell’amore/fa’ che il grande tuo dolore/. Padre nostro... L'Eterno riposo... VIII Per espiarlo fu necessaria la morte del Figlio di Dio. L'Eterno riposo... Gesù STAZIONE: Gesù incontra la sua SS. So che cercate Gesù il crocifisso. (da, - Tu che hai potere sopra la morte e sopra gli inferi, Di dolori quali abisso/presso, o Madre al crocifisso/. 6. Fallo in compagnia di Maria. La forma di Via Crucis conosciuta e praticata ai nostri giorni, è dovuta soprattutto a certe opere di pietà, chiamate pellegrinaggi spirituali, che riservavano un posto del tutto speciale all’esercizio della Via Crucis. La Via Crucis fa rivivere il viaggio VIA CRUCIS SEMPLICE "Fra le pratiche verso la Passione, la Via Crucis è la più efficace per convertire i pecca-tori, per restituire il fervore ai tiepidi, per san-tificare i giusti" (Benedetto XIV). L’angelo disse alle donne: “Non abbiate paura, voi! Perché la redenzione non è consistita soltanto nella remissione dei peccati, ma anche, positivamente, nel dono della vita nuova dello Spirito (da, - Cristo Signore, che, quando eravamo ancora peccatori, sei morto per noi, - Tu che sei morto e sei tornato alla vita, per essere il Signore dei vivi e dei morti, - Cristo Salvatore, che hai distrutto la morte, Del Figliolo tuo trafitto/per scontare il mio delitto/. delle mie colpe e con l'impegno di iniziare una vita nuova di amore e di Padre nostro... L'Eterno riposo... Dopo O L’amore è il “perché” ultimo dell’incarnazione, non la redenzione dal peccato. E ora anelo a te”, - Cristo crocifisso, che hai sofferto per i nostri peccati, - Tu che nel sangue della tua croce rappacifichi l’universo, - Cristo Redentore, messo a morte nella carne ma reso vivo nello Spirito, Santa Vergine, hai contato/tutti i colpi del peccato/. Padre nostro... L'Eterno riposo... Giunto Se essi pregano la Via Crucis con vero amore, trasformerò ognuno di essi in ciborio vivente nel quale Io Mi compiacerò di far sgorgare la Mia grazia. Soprattutto quelle parole che furono dette a Gesù nel suo battesimo: “Tu sei il figlio mio prediletto, in te mi sono compiaciuto” (Mc 1,11)  (da, - Cristo crocifisso, potenza e sapienza di Dio, - Tu, che sei stato messo a morte per i nostri peccati e sei risorto per la nostra giustificazione, - Tu che ci hai ottenuto la riconciliazione con il Padre, Se ti fossi stato accanto/forse che non avrei pianto/, Con Gesù, Dio non ci parla più da lontano, per mezzo di intermediari; ci parla da vicino e ci parla di persona. Ogni singola composizione sembra fondarsi su contrasti cromatici, anche se pochi sono i colori utilizzati. dolori della coronazione di spi-ne. Lo vediamo nell’interpretazione della morte di Cristo. è ormai sfinito dalle sofferenze. E ora, ecco che dal fianco destro di questo nuovo tempio è sgorgata l’acqua. nostro... L'Eterno riposo... VI 234 0 obj Ma Gesù disse loro: “Figlie di Gerusalemme, non piangete su di me, piangete su voi stesse e sui vostri figli” (cf Lc 23,27-28). Erano lì, davanti al sepolcro, Maria di Magdala e l’altra Maria (cf Mt 27,59-61). In quest'anno (1848) introdusse la santa pratica dell'esercizio della Via Crucis, la quale s'incominciò col giorno 10 del mese di marzo e si ripetè negli altri venerdì fino al termine della quaresima. la folla che segue Gesù, un gruppo di pie donne di Gerusalemme, spinte dal-la Darò ogni cosa che Mi viene richiesta con fede, durante la Via Crucis. O Il alla croce, la Madre SS., im-pietrita dal dolore, segue la lunga e peno-sa riflettere all'amore infinito di Dio verso gli uomini e al-la gravità del Sopra il popolo che ha commemorato la morte di Cristo tuo Figlio. Padre Maria può finalmente stringere di nuo-vo a sé quell'adorabile Corpo e Corpo sfinito e umiliato nella pol-vere, nasconde un Cuore divino che ama e Quanti colpi straziano quel Corpo di-vino! I soldati del governatore condussero Gesù nel pretorio e, dopo averlo schernito, lo spogliarono del mantello, gli fecero indossare i suoi vestiti e lo portarono via per crocifiggerlo (cf Mt 27,27-31). “Gesù vide la Madre lì presente” (Gv 19,26). Questa Via della Croce è una via dell'Amore. Prima di cominciare la Via Crucis È bene fare un breve esame di coscienza chiedendo perdono a Dio dei propri peccati e facendo poi una preghiera di contrizione (Atto di dolore). STAZIONE: Gesù cade la seconda volta. Salvatore e mio Dio, eccomi ai tuoi piedi, pentito di tutti i miei peccati che forza. Un 'ora di meditazione sulla Mia dolorosa Passione, ha un merito maggiore di un anno intero di flagellazioni a sangue. “Giuseppe lo mise in un sepolcro scavato nella pietra, L’angelo disse alle donne: "Non abbiate paura! Prima che la Ogni singola scena appare così abitata da una sottile armonia che ci prende per mano, stazione dopo stazione, fino al momento glorioso della risurrezione, in cui il giallo, grazie a un forte contrasto cromatico con il nero, crea una sorta di fontana luminosa che s’innalza irresistibilmente verso l’alto, attraversando lo spazio. sua morte sarà inutile per molti. croce. Il corpo di Cristo sulla croce è il tempio nuovo, il centro del nuovo culto, il luogo definitivo della gloria e della presenza di Dio tra gli uomini. Padre nostro... STAZIONE: La Veronica asciuga il volto di Gesù. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Non le era stato forse assicurato che quel Figlio sarebbe salito sul trono di David e che avrebbe regnato per sempre sulla casa di Giacobbe? Padre nostro... L'Eterno riposo... Gesù Mio Le sue mani e i suoi piedi vengono trapassati da grossi chiodi e confitti al le-gno. Via Crucis semplice. Ha sperato davanti a Pilato, ma nulla. Siccome quella tunica era senza cuciture, tessuta tutta d’un pezzo da cima a fondo, dissero tra loro: “Non dividiamola, ma tiriamo a sorte a chi tocca” (Gv 19,23-24). L'addolora-ta Benedettineghiffa.org - online dal 2009Cookie Policy - Questo sito utilizza unicamente cookies tecnici necessari alla navigazione. ammi la grazia di accompagnarti nel-la Ora gliele strap-pano Ad impedire questo malessere religioso e morale, che minacciava i giovani dell'Oratorio, era d'uopo che l'industriosa carità e lo zelo di D. Bosco trovassero dei mezzi efficaci. Via Crucis basta da sola a santificare una parrocchia" (san Leonardo da Nel cuore stesso dell’uomo. E’ risorto, come aveva detto. Gesù, è mia quella croce che tu porti con tanto amore. Gesù, concedimi, per il tuo pudore violato, di espiare tutti i peccati impuri O Per questo la 2. Piangi Quanta umiliazione! Fisserò il Mio sguardo su quelli che pregheranno spesso la Via Crucis, le Mie mani saranno sempre aperte per proteggerli. Ti endstream dura croce carica di tutti i peccati. via dolorosa per meritare il tuo perdo-no e la tua grazia. Nell'ora della morte Io li consolerò con la mia Presenza e Noi andremo assieme al Cielo. Gesù aveva detto: “Chi rimane in me e io in lui porta molto frutto” (Gv 15,5) e ancora: “In questo è glorificato il Padre mio: che portiate molto frutto” (Gv 15,8). La davanti agli sguardi cattivi del popo-lo. e di piaghe. di amore e di dolore. può cancellare e sfigurare. 1 Cor 15,3-4; Rm 4,25); infine si scopre perché è morto per i nostri peccati: perché ci amava! Una Lasciamo qui sul Calvario ogni ribellione, ogni rancore, ogni abitudine impura, ogni avarizia, ogni invidia, ogni volontà di giustificarci da soli. Voi fate che le piaghe del Signore. i tuoi peccati che lo hanno crocifisso e proponi di cambiare vita. STAZIONE: Gesù inchiodato sulla croce. A coloro che soffrono nell’anima o nel corpo, anziani, ammalati, che si sentono inutili e di peso alla società e guardano forse con invidia dal loro letto chi sta loro accanto ritto e sano, vorrei dire con tutta umiltà: guardate come si è comportato Dio! Facciamo, - Figlio di Dio, che ci purifichi da ogni peccato, - Tu che hai dato la vita per la nostra salvezza, - Vittima di espiazione per i peccati di tutto il mondo, E vedesti il tuo Figliolo/ così afflitto, così solo/dare l’ultimo respir. imparerai a comprendere, a compatire e a consolare le sofferenze di Gesù. quelle erano rimaste a Gesù per proteggere il suo Corpo. L’artista siciliano Franco Nocera realizza una Via Crucis di 15 stazioni rilette in maniera libera e personale, senza necessariamente attenersi alle scene canoniche. La Via Crucis, in italiano Via Dolorosa, è la commemorazione del tragitto doloroso di Gesù fino alla sua crocifissione sul Golgota o Calvario, detto anche luogo del cranio. Ha sperato lungo il cammino verso il Calvario, ma nulla. mio unico Bee, promettendoti di non più offenderlo con il peccato. "La Via Crucis basta da sola a santificare una parrocchia" (san Leonardo da Porto Maurizio). Infondi in noi, o Padre, la sapienza e la forza del tuo Spirito, perché camminiamo con Cristo sulla via della croce, pronti a far dono della nostra vita per manifestare al mondo la speranza del tuo regno. Gesù. l'abbraccia con amore e la porta fi-no al Calvario. Lo seguivano alcune donne che si battevano il petto e facevano lamenti su di lui. diventerà strumento di salvezza, segno di vittoria. Il tratto è volutamente semplice, sintetico, quasi «arcaico». Essi non potranno mai più separarsi da Me, poiché Io darò loro la grazia di non commettere mai più peccati mortali. Gesù, pur essendo figlio, imparò l’obbedienza dalle cose che patì e, reso perfetto, divenne causa di salvezza per tutti coloro che gli obbediscono (cf. Ti chiedo di farmi morire piuttosto che nuovamente offenderti Lc 23,39-43). Quelle Madre. Non ha più forma né bel-lezza. 13. Prometto la vita eterna a tutti coloro che pregano, di tanto in tanto, la Via Crucis con pietà. 4. Fisserò il Mio sguardo su quelli che pregheranno spesso la Via Crucis, le Mie mani saranno sempre aperte per proteggerli. doloroso di Gesù verso il Calvario. gli oc-chi pieni di lacrime. Era giusto che fosse lui a scontare, portando la pesante croce La Via Crucis: questa forma di medita-zione, quasi sceneggiata, alternata con canti e preghiere, ci aiuta non solo a ricordare le sofferenze di Cristo, ma a scoprirne, in qual-che misura, la profondità, la drammaticità, il mistero, sommamente complesso, dove il dolore umano nel suo più alto grado, il peccato umano nella sua più tragica riper- “Figlie di Gerusalemme, non piangete per me, “Divisero le sue vesti, tirarono a sorte la sua veste. Anche se essi hanno più peccati dei granelli di sabbia del mare, tutti saranno salvati dalla pratica della Via Crucis. Figlio di Dio viene dichiarato colpe-vole dalla giustizia umana, invece è l'uo-mo Misericordioso Gesù ci ha amati con cuore divino e umano insieme; in modo perfettamente umano, anche se in misura divina. Padre nostro... L'Eterno riposo... IV ferite alle mani, ai piedi, al co-stato, sono i segni del suo amore per noi. Nel Il mio spirito sarà un drappo protettivo per essi ed Io li soccorrerò sempre ogni qualvolta ricorreranno ad esso. ���T�7��i�-�/�3~Gyc�+���� Non installa cookies di profilazione. La Li seguirò ovunque in vita e li aiuterò specialmente nell'ora della loro morte. nudità e impurità. Il 5. Gesù offre al-l'uomo la salvezza e l'uomo dona al Signo-re una Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo Perché con la tua Croce hai redento il mondo. E quando sarà innalzata, O Giudichiamoci da soli, per non essere giudicati da Dio. "Sia crocifisso! Dio sarà conosciuto ormai come “colui che ha risuscitato Gesù Cristo dai morti (cf 2 Cor 4,14; Gal 1,1; Col 2,12)  (da, O Madonna, o Gesù buono/vi chiediamo il grande dono/, O Dio, Padre di misericordia, guarda con amore. Chi si accusa, Dio lo scusa; chi si scusa, Dio lo accusa. 11. Veramente “fiumi d’acqua viva” sono sgorgati dal suo seno, cioè dal seno di Cristo sulla croce! Umilia il mio orgoglio e rendimi do-cile ai tuoi richiami di amore. La Via Crucis è dunque un cammino orante, un’esperienza di comunione con il Figlio di Dio, morto e risorto. "Non negherò nulla all'anima che Mi prega in nome della Mia Passione. cade pesantemente a terra, schiacciato sotto il peso della croce. tomba si chiuda, Maria e i discepoli getta-no un ultimo sguardo su Gesù con viene staccato dalla croce e depo-sto tra le braccia della Madre. peccato. Madre santa, lascia che anch'io im-prima un bacio sulle piaghe di Gesù in ri-parazione cuore di ogni cristiano vi è stampa-ta l'immagine di Dio che solo il peccato Quindi, legatolo, lo consegnarono a Pilato, il governatore romano. Padre nostro... 9. In una sequela Christi, il fedele può in questo modo ripercorrere il cammino di Gesù, facendosi alter Christus, condividendo e immedesimandosi nel dolore di quell’uomo, seguendone la nuda umanità, morendo con lui, per risorgere insieme a lui. degli uomini che sono stati la causa della sua morte. 11. Egli si è caricato delle nostre sofferenze, si è addossato i nostri dolori e noi lo giudicavamo castigato, percosso da Dio e umiliato. Questo «rito», con cui si ricostruisce e si commemora il percorso di Cristo verso il Golgota, consiste in un vero e proprio pellegrinaggio, che affonda le radici nella leggenda secondo la quale Maria, dopo la risurrezione, avrebbe ripercorso i luoghi della Passione. Gesù innalzato sulla croce! I soldati presero le sue vesti e ne fecero quattro parti, una per ciascuno, e la tunica. sangue. vari quadri della Passione e Morte di Ge-sù devono spingerti a meditare e a Nella sofferenza, Dio manifesta massimamente la sua potenza, poiché - come dice una preghiera della liturgia - “egli manifesta la sua onnipotenza soprattutto quando perdona e ha misericordia”. Preghiera di Introduzione. dalla loro presenza, Gesù trova la forza di svelare loro che il dolore più L’ultimo respiro di Gesù divenne il primo respiro della Chiesa! È risorto, non è qui". I singoli episodi sono tracciati con un disegno rapido, sicuro, veloce. Gesù, sul Calvario, un'altra umiliazio-ne attende il Figlio di Dio: viene spogliato Da quel rivolo d’acqua discende, infatti, spiritualmente, l’acqua di tutti i battisteri della Chiesa. "Come bontà infinita del mio Dio, ti chiedo perdono dei miei peccati con i quali Il STAZIONE: Gesù incontra le pie donne. con la spada del dolore. Padre nostro... L'Eterno riposo... Al Dapprima la fede afferma il fatto: “è morto”, “è risorto”; poi, in un secondo momento, si scopre il perché è morto ed è risorto: “per noi”, “per i nostri peccati”, “per la nostra giustificazione” (cf. Amen. Gettiamo tra le braccia del Crocifisso tutto il male che abbiamo commesso. per forza. stati i peccati a sfigurare il Volto del Figlio e a trapassare l'anima della Ma-dre D. Bosco stesso vi prendeva parte principale, compreso da tali sensi di compassione al pensiero dei patimenti sofferti dal Divin Salvatore per la nostra salute, che il suo contegno valeva come predica efficacissima. L'Eterno riposo... XI sempre su quella croce tutto me stesso. si lascia inchiodare sull'infame patibolo espiando nel dolore i nostri pec-cati. Padre nostro... L'Eterno riposo... VII nostro... L'Eterno riposo... Ecco i pecca-tori, per restituire il fervore ai tiepidi, per san-tificare i nome file: via-crucis-biblica-san-pio.zip (306 kb); inserito il 19/09/2018; 3098 visualizzazioni. Vi fu un tempo, nella creazione, in cui anche Dio operava con potenza e gioia; egli diceva e tutto era fatto, comandava e tutto esisteva. asciuga il volto coperto di sangue e di pol-vere. Anche quest’acqua, come quella vista dal profeta, è cominciata come un piccolo rivolo, ma è andata ingrossandosi sempre più, fino a diventare anch’essa un grande fiume. Vergine Addolorata, quando soffro e sono provato, fa' che il tuo sguardo ma-terno Come ama i discepoli, come ama i bambini, come ama i poveri e gli ammalati, come ama i peccatori! tante volte ho rinnovato la tua condanna a mor-te. Egli Vittima purissima, nel suo corpo spogliato, sconta in silenzio le nostre im-modestie, Per Paolo, mostrare i frutti dello Spirito, avere gli stessi sentimenti che furono in Cristo Gesù” (Fil 2,5) e rivestirsi di Cristo (cf Rm 13,14), sono tutte espressioni che indicano la stessa realtà di fondo. Pilato Voi cercate Gesù Nazareno, il crocefisso. Il Signore fece ricadere su di lui l’iniquità di noi tutti (cf Is 53,4-6). La Via Crucis è celebrata sostando davanti a 14 quadri (Stazioni) raffiguranti la Via del dolore di Gesù. dolori, causati dai miei frequenti peccati. O Il servo di Gesù Cristo diventa, per ciò stesso, come Gesù, oggetto della compiacenza del Padre; le parole che il Padre pronunciò un giorno su Gesù divengono parole pronunciate per lui. Ha voluto vincere - conformemente alla sua indole - non con la forza, ma con l’amore e così ci ha dato l’esempio di come si deve “vincere il male con il bene” (cf Rm 12,21). indebolito dalle percosse e dal sangue versato, cade una seconda volta sotto la portare con pazienza le piccole croci di ogni giorno. termine della via dolorosa, una tom-ba accoglie il Figlio di Dio. Ma quando volle fare una cosa ancora più grande, allora smise di agire e cominciò a patire; inventò il proprio annientamento e così ci ha redenti (da, - Signore Gesù, che sei stato messo alla prova e vieni in aiuto a quelli che subiscono la tentazione, - Signore Gesù, nostro capo, che guidi a salvezza, reso perfetto dalla tua passione, - Signore Gesù, coronato di gloria e di onore a causa della morte che hai sofferto per noi, Fa’ che il tuo materno affetto/per tuo Figlio benedetto/. suoi occhi s'incontrano con quelli di Gesù in uno sguardo senza parole, pieno Essa costituisce il vertice stesso dell’agire di Dio nella storia, il suo più grande titolo di gloria. Li libererò dal purgatorio al primo martedì o sabato dopo la loro morte. Sono Dyv��O)�0`bŠhE����Y���e�ٝ;w�����: ��T,\�E��"i��Τ/p��9�|rcۆ�*R��O���tR��ʌ�v2+�n@fA�_�!��lm��UV�jX;O�K/�G&�w��MЪA���o�QlZ�:(�:b�����v�Ҍxz��=b�֦ɼ�Ɇ�Vvsd�3h�������G?������/-2�h��d\��s��M.��{�6/Os��N4C΂�3a b�����fN*G�Ǣ豾�gn;Ry�l-.�A� �Vᅩ�ENye�Hˏ�}�����^�)���%������04��~���و[M(j|���2}�Z� *����ǚ�i��w}�D�3. Amando, fa crescere, ridona dignità e speranza; tutti quelli che si accostano a Gesù con cuore semplice, escono trasformati dal suo amore (Da, - Signore della gloria, crocifisso per noi, - Tu che hai dato te stesso per strapparci a questo mondo, - Tu che ci hai liberati perché restassimo liberi, Dopo averti contemplata/col tuo Figlio addolorata/, Abbiate in voi gli stessi sentimenti di Cristo Gesù: egli, svuotò se stesso, umiliò se stesso facendosi obbediente fino alla morte e a una morte di croce (Cf. Madre piange il Figlio che non ha più, ma piange soprattutto per i peccati Nel Getsemani c’era anche il mio peccato — quel peccato che io conosco - che pesava sul cuore di Gesù; nel pretorio c’era anche l’abuso che io ho fatto della mia libertà che lo teneva legato; sulla croce c’era anche il mio ateismo che egli espiava (da, - Signore Gesù, che ti sei fatto obbediente fino alla morte, - O Re di gloria, confitto alla croce per noi, - Tu che in cambio della gloria hai preso su di te coraggiosamente la croce, Il tuo cuore desolato/fu in quell’ora trapassato/. Attiraci tutti a te. Quel “Or mentre lo conducevano al patibolo, presero un certo, “In verità vi dico: ogni volta che avete fatto queste cose. I Non ha più forza per camminare, barcolla e Ci parla dal di dentro della nostra condizione umana, dopo averne assaporato fino in fondo la sofferenza. Ed esse, uscite, fuggirono via dal sepolcro perché erano piene di timore e di spavento. Dopo aver esclamato “Tutto è compiuto”, Gesù emise lo Spirito, cioè, diede l’ultimo respiro, morì, ma anche: effuse lo Spirito, lo Spirito Santo! (da, - Signore Gesù, che fai passare dalla morte alla vita chi ascolta la tua parola, - Signore Gesù, che hai voluto essere innalzato da terra per attirarci a te, - Signore Gesù, che ci sottoponi al giudizio della tua croce, Le ferite che il peccato/sul tuo corpo ha provocato/, Gesù, sapendo che ogni cosa era stata ormai compiuta, disse per adempiere, Ora che Gesù è morto per noi, purificandoci dai nostri peccati, lo Spirito aleggia di nuovo sulle acque, come agli albori della creazione. H��WT����KY`�.K�K�* ��>TZ��P�P"(�]�#X��cAEP� è diventato in tutto simile a noi, si è fatto debole per essere la nostra Nella sua infinita sapienza, Dio ha stabilito di vincere il male subendolo, prendendolo in qualche modo su di sé. Ognuno di loro prende parte al mistero della Passione schierandosi pro o contro Gesù, « segno di contraddizione » ( L c 2, 34), in modo che risulti manifesto il … Tra agonia del Figlio e lo vede morire come un malfattore. peccato ha ucciso l'Amore e per il peccato l'Agnello divino ha versato il suo

Come Vorrei Spartito Pdf, Mesi Dell'anno Francese, Web Cam Liguria, Storia Dei Giorni Della Settimana Per Bambini, Opere Di Caravaggio Pdf, Capienza Teatro Greco Di Taormina, Volo American Eagle 4184,